lunedì 14 giugno 2021
Logo Identità Insorgenti

I Maneskin vincono il sanremo più noioso di sempre. Cronaca ironica della finale

Musica | 7 Marzo 2021

ore 20.30-Pre festival

annunciano le quote “elemosina a sanremo”: Riccardo Fogli – Michele Zarrillo e Paolo Vallesi scongelati per l’occasione.

Intervista a Madame che si presenta con uno stile volto chiaramente a scappare da quell’arietta cringe che ammanta il festival, venendo successivamente intercettata mentre andava a comprare un tocco di fumo.

pubblicità, sale l’hype.

20.45

Si parte, sigla dell’eurovisione e già penso che sia migliore di almeno metà delle presenti canzoni.

Intro finto patriottico con banda militare che però appena finito non dichiara l’inizio di un colpo di stato, voto 0/10.

Amadeus fresco e vispo come una rosa indossa una giacca con spalline glitter che sembrano però le lacrime di tutti gli italiani che stanno facendo notte appresso al festival.

21.00

Si inizia veloce, Ghemon fa il cosplay di yakuza per continuare sulla falsariga del filone giapponese, e poi esce uno con lo styling gentilmente offerto da: vestiti più economici su Aliexpress.

21.07

Nota di merito al maestro Orange, che è quello che ti chiede i due euro per il panino alla stazione centrale.

21.08

Entra Gaia, con uno stacco di coscia tale che ogni gamba sviluppa almeno 3 cavalli vapore e una canzone che sembra vagamente la sigla di Ken il guerriero.

21.12

Irama, praticamente la versione meno etero di Bon Jovi e una canzone da “hai visto che succede se canti davanti al ventilatore”? “figo facciamo una canzone”.

21.16

Entra Gio Evan e mi viene quasi da pensare che a Salvini sia andata bene così com’è andata.

21.25

Fiorello compare in modalità flusso di coscienza che parla per 10 minuti, sembra quell’amico rompiballe che pensi non sia venuto alla festa ma arriva tardi e rovina la serata.

21.35

Riassunto di 10 minuti di intermezzo comico.

Fiorello: respira

Amadeus: AHAHAHAHAHAH

21.39

Entra Ermal Meta, in pieno trip mistico: immaginavo fiorello salire sul palco e cercare scuse per menarlo appena inizia a cantare.

21.42

Io vorrei vestirmi come Fulminacci, però poi sarei obbligato a provarci con le rappresentanti d’istituto del classico.

21.45

Ascoltado la canzone si capisce che Fulminacci è quel tuo amico con cui ti fai mille serate, ti ubriachi, a cui indichi la tipa che ti piace ma dopo 10 minuti la bacia lui.

21.50

Renga con la voce di chi si è fatto un pacchetto di Chesterfield rosse e lo sguardo di uno che si porta a casa almeno 4 milfone sanremesi.

21.59

I bei tempi in cui le pubblicità dei profumi erano una miniera d’oro per i trastulli adolescenziali.

22.02

Toffolo ricrea l’atmosfera delle sagre della castagna e del porco in alta Irpinia, la sua canzone è una di quelle che non vedo l’ora di poter ballare ubriaco marcio di vino all’eurospin al primo maggio.

22.09

Entra una stupenda Serena Rossi e spero non dica che preferisce farsi chiamare attore e non attrice.

22-12

Colapesce Dimartino hanno l’aspetto di due studenti di filosofia. No, non è un complimento.

22.16

Cochi Renato e una disagiata.

22.22

Malika è bellissima, però sfonderebbe la porta del mio cuore a spallate.

22.27

Riparte la comicità, Amadeus non sa neanche più perchè ride, in realtà sta morendo dentro.

22.38

Entra la Michelin, con un trucco da “no guarda ti giuro, sono caduta dalle scale”

22.40

A proposito della canzone, la Michelin, Dargen d’amico, Mahmood e Fedez hanno partorito sta roba. Sembra un  paragone perfetto per il nostro cts.

22.44

Entra Ornella Vanoni con la grazia e la leggerezza del jocker che vuole far saltare la baracca, però poi sta troppo ferma e a fine esibizione devono fare il reboot per spostarla.

23.09

Willie Peyote si è laurato con 18 politico.

23.14

Ibra parla talmente da tanto che penso voglia mi compri Herbalife.

23.20

Tecla, vorrei avere ancora 16 anni per portarti via col mio motorino a fumare canne di nascosto.

23.21

Orietta Berti cammina come me dopo che ho passato la lametta sui coglioni.

23.39

Cambio vestito per Amadeus, adesso è vestito da penna bic.

23.44

Bugo ha la giacca di un qualsiasi villain di batman con Val Kilmer.

23.59

Il rock è morto ed i Maneskin sono il rigor mortis.

00.02

Pubblicità, vacanze in Liguria. Ma io già sto da un anno chiuso in casa, figurati se andrò in Liguria quando si potrà uscire.

00.03

Visti gli abbigliamenti, sarebbe più trasgressivo vestirsi come Amadeus oramai.

00.07

Per essere ancora più “dissacrante” Achille Lauro oramai deve solo fare elicottero col pene.

00.21

Entrano Alberto Tomba e la Pellegrini per parlare delle olimpiadi invernali nel 2026 a Milano e Cortina. Lei ha un palo nel culo che fa invidia a Vlad di Valacchia, lui ha smesso di andare a scuola a 16 anni, quando era in terza elementare.

00.22

Veronica dei rappresentani di lista ha un vestito chè tipo la montagna di cocaina di scarface.

00.29

Pubblicità, un giorno capirò perchè il bimbo della balocco chiama il vecchio prima nonno e poi con deferenza “signor balocco”.

01.01

Annalisa è bellissima, chissà se vorrebbe essere il mio John Nash e io la sua malattia mentale.

01.04

Entrano i Coma Cose, alias i Jalisse del sert e nuovi sponsor dei SanPa.

01.17

Entra Random, chiamato cosi perchè scrive canta e si veste a caso, gli vorrei solo dire che conosco uno, ci spariamo la pensione di invalidità.

01.21

Premio critica a Willie Peyote, che mi ricorda un pò quando la gente ballava fuori dal tunnel in discoteca.

01.33

Pubblicità, ancora pubblità, è tipo sanremo che interrompe gli spot e non il contrario.

01.39

Un collegamento iper cringe con l’ologramma del presidente della Tim, novella principessa Leila.

01.47

Esce Aiello, nessuno quasi se lo ricordava e Amadaeus è tipo “si si Aiello, noi ce ne stiamo andando”.

01.52

Fogli – Zarrillo – Paolo Vallesi sul palco, tanto oramai abbiamo superato pure la soglia del dolore.

02.14

Li hanno letteralmente rilasciati sul palco a fare canzoni finchè non si è deciso che si è cazzeggiato abbastanza, praticamente sono come gli operai di notte.

02.34

Finale con Fedez\Michelin- Maneskin- Ermal Metà.

Vincono i Maneskin,  ora andiamo in olanda  all’Eurovision a fotterci un po’ di eurobond.

Aniello Napolano

 

 

 

 

Un articolo di Aniello Napolano pubblicato il 7 Marzo 2021 e modificato l'ultima volta il 30 Maggio 2021

Articoli correlati

Cultura | 18 Maggio 2021

Addio al Maestro Franco Battiato

Musica | 12 Aprile 2021

“Giovanni Capurro, l’eredità, l’antologia”: docufilm sull’autore di ‘O Sole mio

Musica | 19 Marzo 2021

Muti al Mercadante: si registra il concerto che apre il Campania Teatro Festival, in streaming gratuito dal 26 marzo