mercoledì 28 luglio 2021
Logo Identità Insorgenti

I SOLITI NOTI

Protocollo non rispettato: la Juventus, multata, si conferma allergica alle regole

Sport | 15 Gennaio 2021

“Il Protocollo è chiaro e la Juventus rispetta le regole”.

Questo delirio di millantata lealtà giuridico-sportiva messo in scena dal presidente bianconero, Andrea Agnelli, risale alla sera dello scorso 4 ottobre, quando la partita col Napoli non fu giocata per il divieto imposto al club azzurro dall’ASL partenopea di partire alla volta di Torino. Fu, a tutti gli effetti, uno degli ultimi momenti di tragicomica ilarità che ci aveva riservato il 2020.

Protocollo violato

A distanza di mesi, però, scopriamo che quel Protocollo, per la Juventus e i suoi tesserati, in realtà non fosse così chiaro. Due mesi fa, infatti, la FIGC ha multato il club piemontese per aver violato le indicazioni medico-sanitarie sulla ripresa degli allenamenti. In sostanza la Juventus – nelle figure del proprio medico sociale e del  suo responsabile sanitario – non ha sottoposto a tampone il proprio gruppo squadra con la frequenza prevista e prescritta dal Protocollo siglato a giugno, dopo il lockdown nazionale della scorsa primavera.

Per tali condotte, gli ispettori federali hanno hanno riconosciuto alla società di Andrea Agnelli una responsabilità “diretta”, “propria” e “oggettiva”. Oltre all’irrogazione di una sanzione economica complessiva di 7.000 euro, di cui 4.000 comminati alla stessa Juventus.

Appena ieri, sul medesimo tema il Procuratore Capo Giuseppe Chiné ha disposto l’archiviazione dell’indagine aperta nei confronti del Napoli dopo la mancata disputa del match di campionato contro la Juventus. Esaminata la documentazione acquisita, gli 007 della Federcalcio non hanno rinvenuto elementi probatori tali per procedere a contestazioni disciplinari nei confronti della società azzurra.

Il silenzio complice dei media

La notizia, trapelata solo nelle ultime ore, risale al 23 novembre scorso ed è rintracciabile nel comunicato ufficiale 173/AA emesso in pari data dalla FIGC. Strano come il mainstream italico, troppo occupato a sentenziare a caso su diritto e tutela della salute pubblica, se la sia fatta (colpevolmente) sfuggire.

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 15 Gennaio 2021 e modificato l'ultima volta il 15 Gennaio 2021

Articoli correlati

Sport | 23 Maggio 2021

Il Napoli è fuori dalla Champions League

Sport | 16 Maggio 2021

Il Napoli vince 2-0 a Firenze, la Champions è sempre più vicina

Sport | 11 Maggio 2021

Troppo Napoli, gli Azzurri fanno 100 e travolgono l’Udinese