fbpx
domenica 24 gennaio 2021
Logo Identità Insorgenti

IL BILANCIO

Castel dell’Ovo, dopo la mareggiata danni per centinaia di migliaia di euro

Beni Culturali | 31 Dicembre 2020

Oltre a provocare danni ingenti ai ristoratori e alle balaustre del lungomare di via Partenope, la terribile mareggiata dello scorso 28 dicembre ha danneggiato anche una importante porzione del Castel dell’Ovo. La forza dirompente delle onde ha difatti divelto i basoli di pietra lavica e i muri di cinta del cosiddetto “Ramaglietto”, un belvedere terrazzato utilizzato dal comune di Napoli per gli eventi programmati al castello (tra i quali – ironia della sorte – i fuochi d’artificio di fine anno). I basoli vesuviani della terrazza hanno sfondato un cancello di protezione arrivando a raggiungere anche il camminamento protetto del castello mentre altre pietre laviche sono state inghiottite dal mare in tempesta e trascinate sul fondo del mare.

I danni calcolati – secondo Luigi La Rocca, sovrintendente per l’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Napoli – ammonterebbero ad alcune centinaia di migliaia di euro.

Antonio Corradini

Foto Sergio Valentino

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 31 Dicembre 2020 e modificato l'ultima volta il 31 Dicembre 2020

Articoli correlati

Beni Culturali | 20 Gennaio 2021

Pompei, i dieci candidati alla direzione

Beni Culturali | 18 Gennaio 2021

BILANCI

Musei: i numeri del primo giorno di riapertura

Beni Culturali | 18 Gennaio 2021

LA NOMINA

Paolo Iorio fa tris: dirigerà il Museo Correale di Sorrento, dopo il Filangieri e quello del tesoro di San Gennaro