fbpx
martedì 26 gennaio 2021
Logo Identità Insorgenti

IL CHIARIMENTO

La regione Campania a Giletti: “Cifre e tabelle totalmente false”

Sanità | 24 Novembre 2020

Vincenzo De Luca replica a Massimo Giletti e a dati e cifre diffuse nel corso di Non è l’Arena, domenica scorsa (ospite il solito De Magistris). “Nel corso di una trasmissione televisiva del 22 novembre scorso, la stessa per cui è già in corso un’azione legale per quanto affermato nelle puntate precedenti, sono state esposte cifre e tabelle totalmente false – si legge in un comunicato –  Relativamente a trasferimenti avvenuti negli ultimi mesi da parte dello Stato a favore della Regione Campania per il potenziamento delle terapie intensive – il cui totale supererebbe l’importo di 163 milioni di euro (addirittura 780 milioni??) – lo stesso importo di 163 milioni, ancora oggi non è stato erogato.

Come più volte ribadito, e come anche certificato dai documenti ufficiali del Ministero della Salute, a febbraio 2020 i posti di terapia intensiva attivi in Campania erano 335, mentre ad oggi risultano pari a 656, motivo per cui è del tutto evidente che la Regione non ha atteso l’erogazione dei 163 milioni per potenziare i propri posti letto di terapia intensiva, ma ha ampiamente anticipato risorse proprie.

Ciò premesso, tutti gli importi citati relativi ai trasferimenti a favore della Regione Campania da parte dello Stato nulla hanno a che vedere con il settore della Sanità regionale.

Peraltro, la trasmissione ha indotto a ritenere che tali trasferimenti siano stati elargiti dallo Stato in soccorso della Regione Campania, facendo intendere che quest’ultima abbia beneficiato di un trattamento di particolare favore.

I finanziamenti citati rientrano, infatti, in una cornice normativa nazionale riguardante tutte le regioni d’Italia.

Nel dettaglio:

 

 

 

IN MERITO AL PERSONALE:

A parte gli evidenti, grossolani e imbarazzanti errori mostrati anche con tabelle di cui non si conosce la fonte riguardo al personale che sarebbe stato messo a disposizione della Campania, basta riportare il dato relativo all’ultimo bando della Protezione Civile Nazionale.

Da mesi la Campania ha richiesto l’invio di medici (600), in particolare anestesisti, e infermieri (800). Di seguito si trasmettono i dati riassuntivi degli esiti del bando per 450 medici conclusosi la scorsa settimana.

Totale domande arrivate: 156

Medici in servizio: 27

Anestesisti: 3

DISCIPLINA

TOTALE

RINUNCE

Carenza requisiti

IN ATTESA RISCONTRO

IN SERVIZIO

ANESTESIA

27

18

3

3

3

INFETTIVOLOGIA

19

12

0

3

PNEUMOLOGIA

34

22

1

2

URGENZA

76

45

3

17

11

Totale

    

156

      

97

7

25

27

N.B. Si fa presente che molti candidati, a seguito di chiamata hanno rinunciato, altri a seguito di verifiche sono risultati non in possesso dei requisiti di ammissione (mancanza di specializzazione), altri ancora sono risultati inesistenti, ovvero hanno dato nomi, comunicazioni di telefono o mail errate.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 24 Novembre 2020 e modificato l'ultima volta il 24 Novembre 2020

Articoli correlati

Sanità | 20 Gennaio 2021

Piano riqualificazione sanitaria: per la Corte dei conti troppe differenze tra Nord e Sud

Sanità | 19 Gennaio 2021

LA PROTESTA

Nell’ottava municipalità di Napoli mancano i medici di base. Presidio all’Asl Napoli 1

Sanità | 13 Gennaio 2021

CAMPANIA

Riprendono i vaccini: 34mila le dosi distribuite tra i 27 hub regionali