martedì 19 febbraio 2019
Logo Identità Insorgenti

IL CORRETTORE DI NAPOLETANO

Pubblicità M&m’s: Napoli invasa dal napoletano pezzotto della Mars

Lingua Napoletana | 27 Dicembre 2017

Il sentimento e l’orgoglio identitario a Napoli è in crescita, e ormai da un po’ di tempo a questa parte. Per chi fosse ancora scettico, può fare da cartina al tornasole la strumentalizzazione che ne fanno ripetutamente aziende che con Napoli hanno poco o nulla a che fare. Arriva anche quest’anno l’immancabile M&m’s, marchio della multinazionale Mars Incorporated, che stavolta ha tappezzato Napoli di cartelli che ritraggono Marek Hamsik, affiancato da frasi in un napoletano improbabile. Non è la prima volta, perché già qualche anno fa la M&m’s si è cimentata per i suoi cartelloni a Napoli in un napoletano preoccupantemente simile al berbero.

Anche quest’anno lo schema è di quelli stra-noti: una strizzata d’occhio alla passione tutta napoletana per il pallone e un po’ di manifestazioni pezzotte di  spontaneità e “colore locale”.
Quest’anno la M&m’s attinge a piene mani al registro medio-basso e a una grafia degna del peggior blog di Caracas.
Apostrofi come se piovesse su parole mozzate garantiscono una lettura dall’andamento singhiozzante e sono un bel pacchero nei denti alla lingua di Salvatore Di Giacomo e di Giambattista Basile.
Se l’intento era di adulare, è riuscito davvero molto, molto male.
Ci auguriamo almeno che la Mars ci liberi presto dalla pena di trovarci circondati da cartelloni in ostrogoto. Magari concedendoci un bel
“Me fanno vulà.”

Teresa Apicella

Un articolo di Teresa Apicella pubblicato il 27 Dicembre 2017 e modificato l'ultima volta il 27 Dicembre 2017

Articoli correlati

Arte e artigianato | 23 Gennaio 2019

L’INTERVISTA

Alessio Sollo e l’orso ‘nnamurato. La creatività tra poesia e musica

Cultura | 2 Dicembre 2018

ROMANZI IN NAPOLETANO

A cura di D’Amico Editore la prima edizione de La notte de Piedegrotta di Giacomo Marulli

Cinema | 27 Novembre 2018

LINGUA GENIALE

Il napoletano crudo de “L’Amica geniale” ci ha convinti (ma la voce narrante no!)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi