mercoledì 16 gennaio 2019
Logo Identità Insorgenti

IL CROWDFUNDING

I napoletani Giuliano e Carmen vogliono portare un aiuto ai bimbi di Tondo, che vivono nella discarica più grande del pianeta

Altri Sud, Ambiente, Mondo | 15 Gennaio 2018

Giuliano e Carmen, sono due napoletani, “genitori di 5 pesti bubboniche”. Sono capi scout… “siamo gente di “nicchia” ma ci facciamo voler bene, giuro!” ci spiega lei, che ci contatta su Fb chiedendoci una mano per un’iniziativa che per questa coppia di partenopei è un missione di vita. Ci racconta, Carmen, con la passione di chi crede fortemente in qualcosa, che quando 10 anni fa sposò Giuliano, sulle loro partecipazione scrissero che non volevano cornici, scolapasta d’avorio o tappeti pregiati ma le classiche “buste”. Con quei soldi, dieci anni fa, Carmen e Giuliano partirono per Manila, direzione quartiere Tondo, dove esiste la discarica più grande del mondo.

“Su questa discarica vivono, lavorano e si ammalano, scavando nella spazzatura, migliaia di bambini – racconta ancora Carmen – che cercano a mani nude nella speranza di trovare un po’ di ferro o alluminio! Già allora destinammo tutto alle suore di madre Teresa che “raccolgono” questi bambini (che vengono abbandonati una volta che si ammalano)”.

Adesso Carmen e Giuliano partono con la loro ciurma, i loro bambini, arrivati in questo decennio di matrimonio – Giulia 9 anni, Flavia 7, Diana 5 , Claudio 4, Daniele 2 –  stessa destinazione, stessa idea. “Chi vede certe cose non può dimenticarle mai! Non puoi mai dimenticare di aver visto migliaia di bambini vivere tra montagne di immondizia, lavorare 12 ore al giorno con 50 gradi percepiti, ammalarsi e morire prima dei 5 anni… Partiamo con i nostri bambini, e questo sarà il nostro regalo per non esserci strangolati in questi 10 anni. Abbiamo attivato una raccolta fondi on line (ha uno strano nome inglese… crowdfunding) e quello che in 100 giorni raccogliamo…quello porteremo con noi. Ovviamente il volo, il vitto, l’alloggio e i passaporti per tutti e sette sono stati a nostre spese. Cosa vorrei da chi legge e vi segue? Che tutti quelli sensibili a queste tematiche ci dessero una mano: qualunque aiuto per noi è oro…un euro a Manila sono 60 pesos …un bambino ci fa colazione pranzo e cena”.

Ed ecco allora il link per il crowdfunding che si appoggia alla piattaforma buonacausa.org. Anche un euro, dunque, può essere importante. Diamo una mano a Carmen e Giuliano in questa loro missione d’amore.

https://buonacausa.org/cause/homeofjoy#.WlDZ0Tn1cs0.facebook

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 15 Gennaio 2018 e modificato l'ultima volta il 15 Gennaio 2018

Articoli correlati

Altri Sud | 14 Gennaio 2019

BILBAO

In 70.000 in marcia contro le dispersioni dei prigionieri politici Baschi

Altri Sud | 11 Gennaio 2019

SUD DEL MONDO

La Carovana Umana del centroamerica e l’ottusa ostinazione di Trump

Altri Sud | 8 Gennaio 2019

SUD DEL MONDO

Brasile: Bolsonaro vuole cancellare l’identità degli indios

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi