giovedì 21 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

IL DOCUMENTO

Autonomia: la proposta della Campania. Ma le condizioni di partenza restano squilibrate

Indipendentismi, Italia | 12 Luglio 2019

La regione Campania e il presidente Vincenzo De Luca, proprio ieri che il governo litigava sul tema in un vertice, ha reso noto che è stata inviata al Ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie Erika Stefani, e per conoscenza al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il documento della proposta d’intesa sull’autonomia differenziata della Regione Campania.

“Abbiamo chiesto al Ministro – ha dichiarato il Presidente De Luca – di firmare quanto prima possibile questa ipotesi di accordo. E’ una proposta che esplicita la linea della Campania sull’autonomia differenziata: rigore amministrativo; riforme concrete che semplificano e non complicano i processi di riforma; sburocratizzazione. Da oggi, alle tre regioni del Nord, si aggiunge la Campania come Regione che ha formalizzato la proposta d’intesa.

Di particolare rilievo la posizione della Campania relativa a spesa storica, scuola, sanità, livelli essenziali di prestazione, fondo perequativo. Totale accettazione della sfida dell’efficienza. Difesa rigorosa dell’Unità nazionale”.

Certo, è facile pretendere il controllo delle infrastrutture, della sanità, della scuola, in regioni ricche e virtuose come la Lombardia. Il punto è che non partiamo tutti dalla stessa posizione: è come fare una maratona e il tuo avversario parte con un chilometro di vantaggio. Come se non bastasse le regioni del Nord versano di più perché guadagnano di più. E guadagnano perché il Sud dipende totalmente da loro, non avendo praticamente industrie. Quindi, se io smetto di versare allo Stato centrale da un lato, e dall’altro comunque continuo a godere dei benefici di uno Stato che versa milioni per me e di un mercato protetto e senza concorrenza, l’effetto sarà devastante per le regioni che versano di meno ma che comunque cacciano i soldini.

Per cui come collettivo ribadiamo di essere favorevolissimi all’autonomia: ma non in questi termini. Per conoscenza dei lettori alleghiamo la proposta di De Luca.

Accordo preliminare intesa regione Campania – Governo – art. 116 Cost (2)

Protocollo accordo preliminare Regione Campania

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 12 Luglio 2019 e modificato l'ultima volta il 12 Luglio 2019

Articoli correlati

Indipendentismi | 5 Novembre 2019

DOPO REPORT

Sud in recessione: la scoperta dell’acqua calda

Indipendentismi | 4 Novembre 2019

L’ANALISI

Il Sud conta: “Regionalismo differenziato, il pericolo di aumentare il divario non è scampato”

Indipendentismi | 18 Ottobre 2019

BARCELLONA

Catalogna nel caos: il racconto di un “pendolare” tra Napoli e la Spagna

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi