fbpx
sabato 15 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

IL FLASH MOB

In migliaia al Napoli Pride di Piazza Plebiscito

Diritti e sociale, Rainbow | 28 Giugno 2020

Nella serata di sabato si è svolto il Napoli Pride 2020, un flash mob che ha riempito con migliaia di persone Piazza Plebiscito. Contro il sessismo, la discriminazione di genere e l’intolleranza nei confronti di ogni sessualità, queste le parole d’ordine della manifestazione.

La mobilitazione di quest’anno è dedicata a Sarah Egazi, una giovane egiziana, femminista, attivista comunista e LGBT. Fu arrestata per aver sventolato una bandiera arcobaleno in Egitto, dove vige ancora il regime di Al-Sisi. Si è uccisa in Canada, dove aveva ottenuto l’asilo politico. Suicida a causa delle ripercussioni mentali che le torture nelle carceri egiziane le hanno provocato. Abbiamo parlato della sua storia anche in questo articolo.

La città dai mille colori

Napoli ha avuto il primato del primo Pride in Europa dalla fine della quarantena. Quella del Gay Pride è una lunga storia di protesta che parte dal popolo e risale alle rivolte di operai e omosessuali a Stonewall, nel ’69. Ma ancora prima ricordiamo i femminielli che hanno dato la loro vita per scacciare i nazisti durante le Quattro Giornate di Napoli. Dei femminielli napoletani oggi rimane solo la Tarantina, presente anche al Pride di ieri, e a cui è stato dedicato anche uno splendido murales nei Quartieri Spagnoli, restaurato nei giorni scorsi dal suo autore Vittorio Valiante. Anche la nostra città, dunque, ha una grande storia arcobaleno, una storia che non lascia spazio a chi preferisce il grigio.

Napule è mille culure.

Live e gallery di Ciro Giso

🏳️‍🌈 Live dal Gay Pride a Piazza Plebiscito

Posted by Identità Insorgenti on Saturday, June 27, 2020

 

Un articolo di Ciro Giso pubblicato il 28 Giugno 2020 e modificato l'ultima volta il 29 Giugno 2020

Articoli correlati

Diritti e sociale | 30 Luglio 2020

ESTATE A NAPOLI

Le mense Caritas aperte ad agosto

Battaglie | 20 Luglio 2020

G8 DI GENOVA

Diciannove anni fa Carlo Giuliani moriva durante le proteste No Global

Battaglie | 9 Luglio 2020

LA PROTESTA

Sciopero dei lavoratori del porto di Napoli: “Negati diritti fondamentali”