fbpx
sabato 11 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

IL MARE NON CI BAGNA

Spiagge libere a Napoli, il comune cerca guardiani gratuiti e assicurati

Ambiente | 10 Giugno 2020

Non solo dopo l’emergenza Covid le spiagge pubbliche di Napoli, già poche, sono ridotte al lumicino. Anche per carenze del Comune, come si legge nel messaggio affisso fuori Lido Sirena, a Posillipo. Ora l’amministrazione di Napoli cerca anche “guardiani volontari”. E’ pubblicata sul sito del Comune la manifestazione d’interesse per individuare comitati di cittadini e/o associazioni che vogliono offrire collaborazione gratuita all’amministrazione comunale nell’attuazione delle misure anti Covid sulle spiagge libere.

“Le domande devono essere presentate alla mail [email protected] o [email protected] entro lunedì 15 giugno alle ore 12. Il bando rimane aperto in modo che ogni 15 giorni l’amministrazione si riserva di valutare ogni eventuali proposta pervenuta” informa un comunicato.

“Questa manifestazione – dichiara l’Assessore con delega alla tutela del Mare Lucia Francesca Menna – si inquadra nell’ottica di portare avanti il diritto all’accessibilità al mare e alle spiagge libere come Bene Comune e proprio per questo motivo che abbiamo aperto questo avviso nella visione della nostra amministrazione di difendere con forza  i beni comuni di cui il mare ed il suo accesso ne fanno parte. Ci aspettiamo – conclude l’Assessore – che i comitati di cittadini rispondano”.

I dubbi sull’idea del Comune

In pratica dei volontari dovrebbero gestire l’emergenza covid sulle nostre spiagge per vigilare sul distanziamento,  segnalando all’autorità giudiziaria e agli altri soggetti preposti, le eventuali violazioni. Così il comune invita associazioni di volontariato, gruppi e comitati a collaborare, per vigilare sulle spiagge cittadine, da Pietrarsa a Bagnoli.

Saranno i cittadini a dover contingentare gli ingressi e le uscite. E le proposte dovranno essere conformi alle vigenti normative. Inoltre le assicurazioni dovranno pagarle i volontari, facendosi carico della copertura in caso di infortunio di coloro che svolgono le attività per il Comune di Napoli.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 10 Giugno 2020 e modificato l'ultima volta il 10 Giugno 2020

Articoli correlati

Ambiente | 2 Luglio 2020

L’APPELLO

Un manifesto per la Gaiola promosso dal Mann: “Vicini alla Csi per la salvaguardia dell’area”

Ambiente | 30 Giugno 2020

ANTEPRIME

Siamo scesi alla Gaiola che riapre il 3 luglio: bagnanti divisi per fasce orarie, prenotazioni obbligatorie on line

Ambiente | 24 Giugno 2020

L’INIZIATIVA

“Inclusione e ambiente”: cittadini uniti per spiagge e fondali puliti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi