domenica 26 maggio 2019
Logo Identità Insorgenti

IL NAPOLI IN EUROPA

Quando l’Austria ospitò la prima volta degli Azzurri in una competizione continentale

Sport | 14 Marzo 2019

Questa sera, alle 19.00, il Napoli scenderà in campo, a Salisburgo, per affrontare i padroni di casa austriaci nel match di ritorno degli ottavi di finale di Europa League.

Quella di stasera, sarà la terza gara in Austria, in una competizione continentale, per il club partenopeo. L’ultima volta risale a ben 53 anni fa, al 1°settembre 1966, quando gli Azzurri guidati da Bruno Pesaola vinsero per 2-1 a Vienna in casa del Wiener SC, con gol di Cané e Orlando.

Si trattava, nella circostanza, del primo turno della Coppa delle Fiere, manifestazione antesignana della più nota Coppa UEFA, oggi diventata Europa League.

All’Austria, però, è legato un ricordo speciale e ancor più importante della storia azzurra, che ci invita a fare un salto indietro nel tempo ancor più consistente, fino al 17 giugno 1934.

Quel giorno, al “FAC-Platz Stadion” di Vienna, il Napoli disputó il primo incontro in ambito europeo della sua storia contro i padroni di casa dell’Admira, prestigioso club austriaco oggi scomparso.

Finì 0-0.

In palio c’era il passaggio al secondo turno della Coppa Mitropa, la competizione calcistica continentale più importante di quel periodo – non esisteva ancora la Champions League – che raccoglieva le squadre più forti provenienti dall’Ungheria, dalla Cecoslovacchia, dall’Austria e, appunto, dall’Italia, al tempo ritenuti i migliori movimenti calcistici del Vecchio Continente.

Il Napoli, nato meno di dieci anni prima e allenato dall’inglese William Garbutt, guadagnó l’accesso alla sua prima vetrina europea in virtù del terzo posto in Serie A conquistato l’anno precedente.

Il primo cammino in Europa della squadra azzurra ebbe, però, vita breve. Dopo lo 0-0 di Vienna, il Napoli pareggió 2-2 al ritorno (gol di Sallustro e Vojak) giocato allo Stadio “Ascarelli”, nel frattempo ribattezzato “Partenopeo” per volere del regime fascista.

Si rese dunque necessario giocare un terzo incontro, giacché non erano stati ancora introdotti né la regola dei gol in trasferta, né i tempi supplementari.

La partita si giocó a Losanna, in Svizzera, e si concluse con la netta sconfitta del Napoli per 5-0.

Fu la prima ed unica partecipazione del Ciuccio alla Coppa Mitropa. Passeranno quasi trent’anni – Coppa delle Coppe 1962/63 – prima di rivedere le maglie azzurre disputare nuovamente un incontro europeo.

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 14 Marzo 2019 e modificato l'ultima volta il 14 Marzo 2019

Articoli correlati

Senza categoria | 23 Maggio 2019

PALLACANESTRO

La GeVi Napoli Basket perde la semifinale Playoff con Palestrina. Ora l’assalto a un “titolo” di serie A2

Campania | 21 Maggio 2019

FOOTBALL AMERICANO

Briganti Napoli, primo obiettivo raggiunto: è perfect season

Sport | 21 Maggio 2019

L’ADDIO

Se ne va Niki Lauda: eterno mito della velocità e supereroe dei nostri tempi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi