martedì 22 ottobre 2019
Logo Identità Insorgenti

IL POSTICIPO

Il Napoli singhiozza ancora: al San Paolo, gli Azzurri non vanno oltre l’1-1 col Genoa

Sport | 7 Aprile 2019

Al San Paolo, il Napoli impatta sull’1-1 contro il Genoa nel posticipo serale della 31^giornata di Serie A. Con un pareggio a Ferrara, nel prossimo fine settimana di campionato, la Juventus potrà laurearsi Campione d’Italia con ben sei turni d’anticipo.

Succede tutto nel primo tempo. Apre le danze Mertens poco dopo la mezz’ora con un destro di giustezza, dal limite dell’area, che batte il portiere ospite Radu, poi insuperabile per il resto dell’incontro. Il belga raggiunge Cavani a 104 gol con la maglia del Napoli, ergendosi al quarto posto della classifica all-time dei marcatori azzurri.

Nel mirino, adesso, la piazza d’onore del podio occupata da Attila Sallustro a 108 reti.

La rete del pareggio genoano nel recupero della prima frazione di gara con Lazovic, che incrocia di destro al volo, sul palo lungo, un assist al bacio dell’ex Pandev, largamente applaudito dal pubblico napoletano all’uscita dal campo.

Se il passo falso di Empoli poteva essere archiviato come un’uscita a vuoto figlia di un campionato ormai archiviato e privo di reali obiettivi da raggiungere e difendere, il pari di stasera con il Genoa ci restituisce nuovamente un Napoli privo di mordente e ancora una volta sottotono, al cospetto tra l’altro di un avversario ritrovatosi a giocare in inferiorità numerica per tre quarti di gara.

Si tratta di un piccolo campanello d’allarme che non va assolutamente trascurato in vista della decisiva sfida di giovedì, a Londra, contro l’Arsenal.

Sia sul piano tecnico, in cui il Napoli è chiamato a ritrovare solidità in fase difensiva e rapidità in quella offensiva, sia su quello psicologico, al fine di sciorinare la giusta applicazione mentale per un impegno che, inevitabilmente, racchiude al suo interno il bivio fondamentale della stagione azzurra: confermarsi quale squadra incompiuta, seppur di alto livello, o quale collettivo capace di alzare l’asticella delle proprie ambizioni verso traguardi realmente e concretamente importanti.

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 7 Aprile 2019 e modificato l'ultima volta il 7 Aprile 2019

Articoli correlati

Sport | 22 Ottobre 2019

LA NOMINATION

Koulibaly in lizza per il Pallone d’Oro 2019: il senegalese è tra i migliori trenta calciatori del pianeta

Sport | 19 Ottobre 2019

EFFETTO MILIK

Doppietta del polacco, il Napoli stende il Verona: al San Paolo, è 2-0 azzurro

Sport | 18 Ottobre 2019

BASKET

“Vesuvio lavali col fuoco”. Il giudice sportivo squalifica il Palasojourner di Rieti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi