martedì 16 luglio 2019
Logo Identità Insorgenti

IL RITORNO

Cinque clip nuove di Liberato & Lettieri: come in un film d’amore struggente tra i Faraglioni

Musica | 10 Maggio 2019

Liberato, il misterioso progetto di musica R&B in napoletano di cui si era cominciato a parlare nella primavera del 2017, ha pubblicato ieri, a un minuto dallo scadere del 9 maggio – titolo del suo maggior successo e data legata alla storia della sua crew – cinque nuovi video e un disco che raccoglie le undici canzoni uscite finora. I video accompagnano altrettante nuove canzoni, e sono collegati come in un’unica storia intitolata “Capri Rendez-Vous”: sono diretti come sempre da quello straordinario talento che risponde al nome di Francesco Lettieri (con un solido entourage intorno a se che conferma il talento del direttore della fotografia, Gianluca Palma, come quello del fotografo di scena Glauco Canalis) raccontando – come in un film – una storia d’amore tra un ragazzo e un’attrice francese a Capri. Con due sensuali e attraenti nuovi protagonisti che si chiamano Jessica Cressy e Elvis Esposito.

Il nuovo disco è invece disponibile anche in streaming, si intitola semplicemente Liberato, e contiene anche le sei canzoni che erano uscite negli scorsi due anni.

L’album si intitola semplicemente LIBERATO e contiene le nuove canzoni Oi Marì, Tu me faje ascì pazz, Guagliò, Nunn’a voglio ‘ncuntrà e Niente, insieme alle ormai famose Nove maggio, Intostreet, Je te voglio bene assaje, Me staje appennenn’ amò, Tu t’è scurdat’ ‘e me e Gaiola, un rifacimento dolcissimo di Gaiola portafortuna, già edita.

Capri Rendez Vous, invece, la sequenza di video e canzoni attesissima dai fans, conferma non solo l’eccezionale talento di Lettieri – napoletano emigrato a Roma, saldamente legato alle sue radici partenopee – ma anche un’abilità narrativa “seriale” in piena generazione Netflix.

Si inizia da lontano, da mezzo secolo fa, quando Marì, attrice della Nouvelle Vague francese, che sta girando un film a Capri s’innamora di Carmine, un ragazzo caprese che ha il compito di prendersi cura di lei.

5 video e 5 date diverse.

Il 1966 – quando i due fanno l’amore in barca tra i faraglioni, il 1975, quando i due si incontrano di nuovo ma lei è ormai è una star distante. Il 1993, con Carmine ormai sposato con un figlio che fa il carabiniere, e Marì di nuovo a Capri, ubriaca in un bar, che si rincontrano (e ovviamente ritrovano nuovamente la passione tragica e amara all’Amore ai tempi del Colera), fino al video conclusivo, montato con gli scatti di Glauco Canalis – altro talentone e solido riferimento di Lettieri – quando Marì ormai anziana torna in gita a Capri nel 2019 e va di nuovo a trovare Carmine, in cimitero. Tutto bellissimo e struggente… per la gioia assoluta di chi segue Liberato dalle origini. E tanti riferimenti culturali come sempre in Lettieri (basta leggere i ringraziamenti alla fine dell’ultimo video…).

Liberato si esibirà tra poco più di un mese, il 22 giugno, a Roma.

Intanto a voi, buona visione e buon ascolto. Ecco i cinque video in sequenza:

 

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 10 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 11 Maggio 2019

Articoli correlati

Eventi | 16 Luglio 2019

IL CONCERTO

Al Noisy Festival l’inedito duo Enzo Avitabile e Kamasi Washington

Musica | 16 Luglio 2019

RAVELLO FESTIVAL

Concerto al plenilunio e la magia della costiera per omaggiare l’allunaggio

Musica | 16 Luglio 2019

ESTATE A NAPOLI

Concerti al Maschio Angiono: ci sono anche le Ebbanesis, voci da sirene

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi