domenica 18 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

IN COMMISSIONE WELFARE

Allarme sicurezza e igiene al Vasto: anche il Comune parla di situazione “impossibile da gestire”

Attualità, Senza categoria | 21 Maggio 2018

In commissione Welfare del comune di Napoli si è discusso oggi della questione immigrati nella zona Vasto Arenaccia.

Questo il comunicato dell’ufficio stampa del Comune: “Nel corso dei lavori presieduti da Maria Caniglia approfondimenti  sulle motivazioni del numero elevato di presenze di stranieri nelle  strade a ridosso della stazione Centrale, con la partecipazione di  Daniele Maffione dell’assessorato al Welfare

Vanno date risposte ai cittadini, allarmati dall’eccessiva presenza di  immigrati che stazionano nelle strade ad ogni ora del giorno e della  notte, determinando una situazione di degrado permanente e una elevata  percezione di pericolo. Il tema è stato esaminato oggi in commissione  Welfare, che ha sollecitato un intervento dell’assessorato diretto da  Roberta Gaeta sui senza fissa dimora, presenti in numero consistente  nelle strade a ridosso della stazione Centrale. A questo aspetto,  hanno osservato i consiglieri Frezza (Riformisti democratici con de  Magistris) e Moretto (Prima Napoli) si intreccia la questione della  tutela  igienico-sanitaria, della sicurezza e dell’ordine pubblico,  aspetti legati al disagio vissuto dai residenti che si scontrano  quotidianamente con le conseguenze che una presenza massiccia di non  residenti causa alla vivibilità della zona.
L’approccio al problema, secondo il rappresentante dell’assessorato,  non può essere solo quello dell’ordine pubblico, in quanto le  questioni esistenti coinvolgono competenze che fanno capo a diversi  soggetti, a partire dalla Prefettura. È questa, infatti, a disporre  l’accoglienza degli immigrati nei centri di accoglienza straordinari,  molti dei quali presenti proprio sul territorio della Quarta  Municipalità, senza una successiva comunicazione al Comune, che ha  fatto presente alla titolare del coordinamento in Prefettura le  ricadute negative sul territorio e la popolazione residente. Diversa,  invece, è la situazione quando l’accoglienza viene gestita  direttamente dall’Amministrazione attraverso il sistema Sprar ?  Sistema protezione richiedenti asilo e rifugiati ? con sistemazioni in  centri individuati e con un numero più limitato di presenze. La  proposta dell’assessorato, già formalizzata al tavolo per l’ordine e  la sicurezza pubblica, è quindi quella di rafforzare questo sistema  limitando i centri di accoglienza straordinari, evitando così la  difficoltà per il territorio di gestire grandi numeri di presenze.  Insieme alla commissione, ha concluso la presidente Caniglia, vanno  analizzate altre proposte per cercare di risolvere definitivamente una  situazione di criticità che ha raggiunto livelli impossibili da gestire”.

Anche il Comune in pratica alza le mani. Ma le segnalazioni che arrivano dal Vasto anche a noi crescono di giorno in giorno. E l’area rischia di diventare una polveriera.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 21 Maggio 2018 e modificato l'ultima volta il 21 Maggio 2018

Articoli correlati

Attualità | 13 Agosto 2019

L’ADDIO

L’ultimo desiderio di Nadia Toffa: don Patriciello celebrerà i suoi funerali a Brescia

Attualità | 6 Agosto 2019

DECRETO SICUREZZA

Niente “spazza clan”, repressione per Ong e per chi manifesta

Attualità | 4 Agosto 2019

BACOLI

Minacce al sindaco Josi Della Ragione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi