fbpx
domenica 31 maggio 2020
Logo Identità Insorgenti

IN PUGLIA

Terremoto vicino Barletta: scuole evacuate ma senza danni né feriti

Puglia | 21 Maggio 2019

Alle 10 e 13 di questa mattina una forte scossa di terremoto ha colpito la Puglia. Secondo i primi dati, l’epicentro è vicino a Barletta. La scossa, di magnitudo 3.9 a 34.2km di profondità, è stata avvertita in tutta la Regione e in modo particolare a Barletta, Andria, Trani, Cerignola, Bisceglie, Corato, Molfetta.

Paura su tutto il territorio delle Murge. La scossa è stata avvertita fino a Bari e Foggia, a Potenza, Matera e in gran parte della Basilicata e persino in Campania e a Napoli: l’ipocentro abbastanza profondo ha consentito il propagarsi delle onde sismiche a grande distanza, su gran parte del Sud Italia, raggiungendo anche l’Albania.

Nella zona dell’epicentro, a Barletta, alcune scuole sono state evacuate e centinaia di persone sono fuggite dalle abitazioni, ritrovandosi in strada. Molte le chiamate ai Vigili del Fuoco, ma al momento non si segnalano danni. Per precauzione è stato evacuato anche il Palazzo di Giustizia di via Dioguardi.

Tante scuole evacuate in via cautelativa

A Barletta,  Trani e Bitonto sono stati anche attivati i Coc (centri operativi comunale) di protezione civile. Nella città della disfida il sindaco Cosimo Cannito sta preparando un’ordinanza per lo sgombero delle scuole, ma nel frattempo è disposto che i bambini lascino le aule per stazionare nei cortili. A Giovinazzo scuole e uffici pubblici sono stati fatti evacuare.  A Trani, dopo aver fatto uscire i bambini cautelativamente dalle aule per riunirli nei cortili delle scuole, si sta predisponendo la chiusura degli edifici scolastici fino a domani. Ma anche a Bari città, nella scuola elementare Re David, di via Celso Ulpiani, i bambini sono stati fatti uscire e aspettano indicazioni dalla Questura.

Il panico è dilagato anche negli uffici giudiziari di via Dioguardi, sede della Procura e parte del Tribunale Penale, e nell’ex sezione distaccata di Bitonto, che sono stati evacuati. Sono state momentaneamente sospese le udienze, ma non evacuata la sede, anche negli edifici giudiziari di Modugno, alle porte del capoluogo.

Un crollo a Trani

A Trani è crollato un’anfora decorativa è caduta con un pezzo del timpano della facciata barocca della chiesa di San Domenico, vicino alla villa comunale. Il sagrato però era già interdetto al transito a causa delle precarie condizioni dell’edificio sacro. Nella zona industriale di Molfetta i dipendenti di diverse aziende si sono riversati nelle strade.

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 21 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 21 Maggio 2019

Articoli correlati

Agroalimentare | 13 Febbraio 2020

A BARI

Salve “le signore delle orecchiette”: una legge regionale per tutelarle

Ambiente | 10 Novembre 2019

TARANTO

Ilva, strappo tra Governo e ArcelorMittal: e cittadini e lavoratori al solito pagano il prezzo più alto

Altri Sud | 3 Agosto 2019

CASALABATE MUSIC FESTIVAL

L’evento salentino cresciuto esponenzialmente negli anni arriva alla sedicesima edizione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi