venerdì 26 febbraio 2021
Logo Identità Insorgenti

IN ZONA GIALLA

Riaprono i musei e i siti campani: ecco le modalità di accesso

Beni Culturali | 16 Gennaio 2021

Il nuovo Dpcm entra in vigore domenica 17 gennaio e porta una ventata nuova di speranza nel mondo dei beni culturali campani. Riaprono, infatti, in area gialla, e solo nei giorni feriali, i musei statali che si trovano nella nostra Regione. Vediamo in quale modalità:

Pompei

Il sito archeologico di Pompei e il Museo Archeologico di Stabia Libero D’Orsi presso la Reggia di Quisisana a Castellammare di Stabia riaprono al pubblico dopo la chiusura di questi mesi.

In ottemperanza alle indicazioni ministeriali e fino a ulteriore comunicazione i  siti saranno aperti dal lunedì al venerdì nei consueti orari (Pompei 9,00 – 17,00 con ultimo ingresso 15,30; Museo Libero D’Orsi 9,00 -17,00 con ultimo ingresso ore 16,00), con chiusura il sabato e la domenica.

In questa fase di graduale riapertura l’accesso e l’uscita per l’area archeologica di Pompei saranno possibili dal varco di Piazza Anfiteatro.

La visita si svilupperà lungo un percorso segnalato all’interno del sito e sull’app di supporto My Pompeii allo scopo di assicurare una visita in sicurezza del sito e nel pieno rispetto delle disposizioni sanitarie anti Covid.

Sarà possibile passeggiare all’interno dell’Anfiteatro, accedere alla Palestra grande e alla mostra “Venustas. Grazia e Bellezza a Pompei”.  Si potranno visitare i Praedia di Giulia Felice e spostarsi su via dell’Abbondanza con accesso alle principali domus, ma anche attraversare la necropoli di Porta Nocera, l’Orto dei fuggiaschi, arrivare al quartiere dei teatri e al Foro triangolare. Da via dell’abbondanza, inoltre, si potrà raggiungere il Foro con tutti i suoi edifici pubblici e religiosi, visitare lo spazio esterno delle Terme Stabiane o risalire via Stabiana fino a via del Vesuvio dove ammirare la casa di Leda e il cigno.

Edifici visitabili e tariffe biglietti

L’elenco completo degli edifici visitabili è consultabile sul sito www.pompeiisites.org

Il biglietto di ingresso ai due siti è  acquistabile esclusivamente on-line sul sito www.ticketone.itunico rivenditore ufficiale autorizzato.

 Tariffe:

         Gratuità e riduzioni come da normativa

Al momento dell’acquisto on-line il visitatore potrà scegliere la fascia oraria di ingresso, prevista ogni 15 minuti per un massimo di 500 persone ogni 15 minuti, fino alle ore 13,00. Dopo le ore 13,00 l’ingresso consentito è per un massimo 300 persone per turno. Il biglietto dovrà essere mostrato all’ingresso, direttamente su smartphone/tablet (QRcode) o già stampato a casa su carta e poi conservato per registrarlo sul tornello in uscita. E’ tollerato un ritardo di 10 minuti massimo rispetto all’orario della fascia oraria indicata, tanto per i visitatori quanto per le guide. La prenotazione sarà possibile anche nella stessa giornata fino a esaurimento disponibilità

Abbonamento Pompei365

Per i possessori della card Pompei365, la validità dell’abbonamento sarà prorogata per il numero di giorni, corrispondenti a quelli di chiusura imposti dall’emergenza sanitaria. E’ inoltre  in corso la promozione al 50 % sull’acquisto dell’abbonamento fino al 28 febbraio. Solo per gli abbonamenti in proroga,  l’acquisto in promozione entro il 28 febbraio, avrà validità annuale dalla data del primo utilizzo. Il biglietto gratuito per l’accesso singolo, di volta in volta, dovrà essere richiesto sul sito www.ticketone.it

I visitatori saranno sottoposti, all’arrivo, a misurazione della temperatura mediante termoscanner. Resta obbligatorio l’utilizzo della mascherina nei luoghi chiusi e aperti, a prescindere dalla distanza interpersonale. Tutte le informazioni relative alle misure di sicurezza del contenimento del contagio da SARS-COV 2 e alle modalità di visita saranno fornite ai visitatori attraverso i monitor presenti agli ingressi e la cartellonistica.

La visita avverrà nel pieno rispetto delle misure di distanziamento previste dal Comitato Tecnico Scientifico, anche con il supporto di segnaletica direzionale appositamente installata dal Parco. Saranno garantiti dispenser di gel igienizzante all’ingresso e presso i servizi igienici a disposizione dei visitatori.

Il percorso “Pompei per tutti”

I visitatori con difficoltà motoria potranno seguire da piazza Anfiteatro il percorso facilitato “Pompei per tutti”, con ritorno in uscita a Piazza Anfiteatro o eventualmente usufruire dell’uscita di Piazza Esedra¸  utilizzando l’ascensore dell’Antiquarium.

Presso l’ingresso di Piazza Anfiteatro (fino a nuova comunicazione) sarà possibile richiedere un servizio visite guidate, dalle ore 9,00 alle 13,00.

Accesso gruppi

I gruppi potranno accedere secondo le seguenti indicazioni:

Parco archeologico di Ercolano

Riapre dal lunedì al venerdì il Parco Archeologico di Ercolano per rivivere insieme il padiglione della barca, l’Antiquarium con le meraviglie della mostra permanente dedicata ai preziosi di Ercolano e l’intera area archeologica, attraverso un percorso circolare in piena sicurezza. I visitatori potranno modulare liberamente la durata complessiva della propria visita con l’ausilio delle indicazioni fornite dal personale di vigilanza e della segnaletica.

Tutte le informazioni, i nuovi orari e le modalità disponibili sul sito  https://bit.ly/39AqOk9

Museo archeologico nazionale di Napoli

Il MANN sarà aperto da lunedì al venerdì con i soliti orari (dalle 9 alle 19.30); il sabato e domenica, l’Istituto resterà chiuso. Nel rispetto della vigente normativa anti-Covid, grazie alle misure già adottate dopo il primo lockdown nazionale, sarà di nuovo possibile ammirare, in tutta sicurezza, le collezioni permanenti e le esposizioni del Museo: tra le mostre, “percorribili” sino ad oggi solo in anteprima virtuale, da non perdere “Lucy. Sogno di un’evoluzione” di Tanino Liberatore.

“Lucy. Sogno di un’evoluzione”

L’allestimento, realizzato in collaborazione con COMICON nell’ambito del progetti Obvia, è presentato nella Sezione Preistoria e Protostoria del MANN: qui il “Michelangelo del Fumetto”, Tanino Liberatore, presenta i suoi lavori (disegni a matita e schizzi), ispirati ai ritrovamenti in Etiopia (1974) di un esemplare femminile di una giovane Australopithecus afarensis, capace già di camminare in posizione quasi eretta e chiamata Lucy dalla canzone Lucy in the Sky with Diamond dei Beatles.

“Heroes of change” nel Giardino delle fontane

Ancora un’incursione nell’arte contemporanea: nel Giardino delle Fontane del Museo, sono esposti i grandi stendardi dell’exhibit “Heroes of change”, promossa in rete con Amnesty International Italia per valorizzare le creazioni degli studenti della scuola “Nicolini- Di Giacomo” sui temi della Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

“Gli Etruschi e il MANN”

Da rivivere, naturalmente, il viaggio alla scoperta della grande mostra “Gli Etruschi e il MANN” che, con i suoi seicento reperti, in parte inediti, racconta il meltin’ pot culturale innestato dalla antica popolazione italica nella nostra regione.

Progetti di inclusione sociale: “Kene/ Spazio”

Per un’incursione nell’attualità, è ancora visibile “KENE/Spazio”, allestimento dedicato al progetto di inclusione sociale promosso in Mali dal giovane artista Mohamed Keita, mentre passeggiando nelle sale degli affreschi ci si potrà confrontare con le creazioni contemporanee di “Aritmia” di Andrea Anastasio.

“Fuga dal Museo” nella Galleria Principe di Napoli

Dentro alle sale dell’Archeologico con uno sguardo proteso verso la città: è stata prorogata, sino alla fine di febbraio, l’installazione in Galleria Principe di Napoli dei fotomontaggi “Fuga dal Museo” di Dario Assisi e Riccardo M. Cipolla; le opere, in originale o riproduzione, contraddistinguono anche la rete dei Negozi Amici del MANN. I clienti dei punti vendita convenzionati (l’elenco degli esercizi è sul sito web del Museo), conservando lo scontrino del proprio acquisto, avranno ticket ridotto (8 euro) per l’Archeologico.

L’ abbonamento OpenMann a prezzo promo fino al 28 febbraio

Sempre sino alla conclusione di febbraio, sarà possibile aderire alla campagna promozionale degli abbonamenti OpenMANN (10 euro per adulto, 15 per coppia di over 25 anni, 5 per studenti universitari e giovani tra 18 e 25 anni non compiuti); i titolari di card in corso di validità riceveranno una dilazione dei termini di scadenza, dilazione corrispondente al periodo di chiusura dell’istituto.

Ai primi 20 visitatori la pubblicazione di Luigi Spina e Enzo Petito in omaggio

Lunedì prossimo, come segnale augurale, i primi venti visitatori del Museo avranno in dono la pubblicazione “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, che racchiude il progetto di ricerca dedicato da Enzo Petito e Luigi Spina ai soffitti affrescati.

Museo e Real Bosco di Capodimonte

“In due al museo, ma paga uno solo”. E’ questo il benvenuto che il Museo e Real Bosco di Capodimonte riserva ai suoi visitatori per tutta la prima settimana di riapertura dei Musei, da lunedì 18 a venerdì 22 gennaio 2021.

1+1 free: 2 ingressi al prezzo di uno per visitare Capodimonte nella prima settimana di apertura

Per ogni biglietto ordinario acquistato, infatti, il Museo offre in omaggio un biglietto gratuito per l’accompagnatore. “Dopo mesi di chiusura e fruizione on line in solitudine delle opere, vogliamo lanciare un piccolo segnale per ‘ripartire insieme’ dall’arte e dalla cultura e poter apprezzare le mostre in corso, tutte prorogate” afferma il direttore Sylvain Bellenger. Aperto dal lunedì al venerdì anche il Real Bosco.

Per il museo basterà prenotare un ingresso utilizzando l’app Capodimonte liberamente scaricabile su Google store e App Store o attraverso il sito web di Coopculture, concessionario di biglietteria (la promozione è valida per il biglietto intero). Un invito alle famiglie, alle coppie, agli amici a condividere con qualcuno l’esperienza dal vivo con le opere d’arte in collezione e le mostre in corso.

Prorogate tutte le mostre

Prorogate fino alla domenica successiva a Pasqua 2021 (11 aprile 2021) tutte le mostre in corso: Luca Giordano, dalla Natura alla Pittura, Napoli Napoli di lava, porcellana e musica, Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli e Christiane Lohr, quest’ultima inserita nel ciclo di mostre focus Incontri sensibili.

Inaugurazione mostra “L’Ottocento e la pittura di storia”

Lunedì 18 gennaio, inoltre, sarà inaugurata una nuova mostra L’Ottocento e la pittura di storia: Francesco Jacovacci a cura di Maria Tamajo Contarini per il ciclo L’Opera si racconta che porta all’attenzione del pubblico il dipinto di Francesco Jacovacci Michelangelo sul letto di morte di Vittoria Colonna (1880), restaurato grazie al sostegno dell’associazione Amici di Capodimonte Ets. Saranno presenti il direttore Sylvain Bellenger, la curatrice Maria Tamajo Contarini, la restauratrice Karin Tortora ed Errico di Lorenzo, presidente dell’associazione Amici di Capodimonte che ha sostenuto la realizzazione della mostra.

Per maggiori informazioni consultare il sito web del Museo alla pagina http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/portfolio_page/lottocento-e-la-pittura-di-storia-francesco-jacovacci-per-il-ciclo-lopera-si-racconta/.

Tutti i giorni alle 11 e alle 12 le performance di MusiCapodimonte nel salone degli Arazzi

Il museo tornerà ad animarsi grazie alle performance dell’associazione MusiCapodimonte con la Compagnia Arcoscenico (Rodolfo Fornario e Antonella Quaranta) a raccontare a grandi e piccini i segreti della Reggia e dei suoi più celebri abitanti e il M° Rosario Ruggiero al pianoforte, tutti i giorni dalle ore 11.00 alle ore 12.00, nel salone degli Arazzi.

Polo museale della Campania

La direttrice regionale Musei della Campania, Marta Ragozzino, è lieta di annunciare insieme a tutto lo staff la prossima riapertura dei musei e dei luoghi della cultura della rete campana, chiusi al pubblico dal 6 di novembre: “Finalmente, dopo più di due mesi, anche se solamente dal lunedì al venerdì, si potranno riaprire le porte dei nostri musei, simbolo della vita culturale del paese, grazie a tutte le precauzioni e misure di sicurezza già sperimentate dopo il primo lockdown” dichiara la direttrice. “Aspettavamo questo giorno con impazienza”, aggiunge, “perché siamo convinti che i musei e i siti archeologici abbiano un valore sociale prezioso, siano presidi civili fondamentali per le nostre comunità, e non vediamo l’ora di presentare le piccole e grandi sorprese che abbiamo preparato dietro alle porte chiuse in questi mesi”. 

Un servizio offerto ai residenti, che potranno ritornare a vivere in sicurezza musei e siti archeologici, che in questi mesi hanno continuato ad essere vicini a tutti i visitatori con contenuti culturali digitali e visite virtuali.

Tutte le info e gli aggiornamenti su orari e giorni di apertura saranno disponibili sul sito web istituzionale (polomusealecampania.beniculturali.it ), sul sito MiBACT (beniculturali.it) e sui canali social dei musei.

Palazzo Reale di Napoli

Nel rispetto delle norme di sicurezza anti-covid e con ingressi contingentati, sarà possibile visitare l’intero percorso museale e ammirare le splendide decorazioni degli ambienti, gli arredi e le collezioni d’arte alla luce dei nuovi impianti di illuminazione a risparmio energetico conclusi dopo una lunga fase di cantiere che ha interessato diverse aree dell’Appartamento Storico.

Il museo sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 20.00, con ultimo ingresso alle 19.00.

l Giardino Romantico sarà aperto anche nelle giornate di sabato e domenica dalle 9.00 alle 17.00.

Fino al 31 gennaio è possibile acquistare un biglietto speciale per visitare il Palazzo Reale di Napoli insieme ai tuoi cari durante tutto il 2021.

Include un ingresso al museo per due adulti e più minori con possibilità di partecipare ad una delle visite guidate dal direttore di Palazzo Reale di Napoli.

Inoltre uno sconto per acquisto servizi di audioguida, visite guidate e laboratori.

Modalità di acquisto e utilizzo:

Il biglietto è acquistabile solo online sul sito https://www.coopculture.it/events.cfm?id=1695

E’ valido per 2 ingressi per la stessa data entro il 2021, in qualsiasi giorno di apertura del Museo.

Sarà necessario prenotare gratuitamente on line data e orario di ingresso, alla riapertura del sito.

Prorogata “Almost Home – The Rosa Parks House Project” nel Cortile d’Onore

Prorogata fino al 31 maggio l’installazione “Almost Home – The Rosa Parks House Project” dell’artista Ryan Mendoza, spazio fisico e simbolico di riflessione sul tema dei diritti umani ancora oggi negati.

Nel Cortile d’Onore è stata letteralmente rimontata la casa di Detroit di Rosa Parks, icona delle battaglie per i diritti civili degli afroamericani. Il piccolo edificio bianco e nero fu donato dalla nipote di Rosa Parks all’artista americano Ryan Mendoza per salvarlo dalla demolizione; il Palazzo Reale di Napoli è il primo luogo istituzionale ad accoglierlo e a renderlo “Almost home”, quasi casa, nella speranza che un giorno, degnamente accolto, possa tornare a Detroit.

La mostra, visitabile negli orari di apertura del museo con ingresso libero, nasce da un progetto dell’artista statunitense Ryan Mendoza, sostenuto dalla Regione Campania e dalla Fondazione Morra Greco, in collaborazione con il Palazzo Reale di Napoli e la Direzione regionale Musei Campania, per favorire la cultura come strumento di inclusione sociale.

Accesso solo da Piazza del Plebiscito in massimo 8 alla volta ogni 10 minuti

L’accesso per i visitatori del museo è da Piazza del Plebiscito.

Tutti i visitatori dovranno essere muniti di mascherine e dovranno sottoporsi a rilevazione della temperatura corporea. Chi presenterà una temperatura corporea uguale o superiore a 37,5 °C e/o con sintomi evidenti di contagio, non potrà accedere al museo, anche se munito di dispositivi di protezione individuale.

L’ingresso al museo avverrà in gruppi di massimo 8 persone alla volta, distanziate di oltre 1,5 mt l’una dall’ altra, a cadenza di 10 minuti l’uno dall’altro.

In ogni sala del museo potranno sostare massimo 5 visitatori contemporaneamente, con eccezione dei nuclei familiari che possono formare gruppi fino ad un massimo di 8 persone.

Il biglietto di accesso sarà acquistabile on line sul sito di CoopCulture per evitare assembramenti alla cassa (senza costi aggiuntivi di prevendita), ma sarà comunque possibile acquistare titolo d’ingresso anche in sede presso il punto biglietteria.

L’uso delle audioguide è temporaneamente sospeso.

Al momento non è disponibile il deposito bagagli.

Tutte le info e gli aggiornamenti saranno disponibili sul sito MiBACT (www.beniculturali.it) e sui canali social del museo.

Ingresso: 6 euro

Ridotto: 2

Ingresso gratuito ai Cortili e al Giardino romantico

Certosa e Museo Nazionale di San Martino

Riapre al pubblico dal lunedì al venerdì 8.30 – 17.00. Ultimo ingresso ore 16.00

Chiuso il sabato e la domenica.

Sezioni aperte

– Ottocento Napoletano (8.30 – 14.00)

– Cortile Monumentale/ Chiesa (senza accesso alla navata)

– Chiostro dei Procuratori

– Androne delle Carrozze

– Terrazza Belvedere

– Quarto del Priore (apre alle 9.40)

– Sezione presepiale (apre alle 9.40) –

– Chiostro Grande

– Ambienti annessi alla Chiesa (Parlatorio, Sala del Capitolo, Coro, Sagrestia, Cappella del Tesoro)

– Refettorio

Con una graduale e progressiva riorganizzazione saranno previste aperture programmate e iniziative straordinarie per la fruizione delle altre sezioni del museo.

Museo MADRE

Il Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina della Regione Campania riaprirà lunedì 18 gennaio 2021 alle ore 10.00, e sarà visitabile da lunedì a venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 19.30; ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. Oltre alla collezione permanente, saranno visitabili la mostra di Mathilde Rosier “Le massacre du printemps” (fino al 1 febbraio 2021), il percorso espositivo “Alessandro Mendini piccole fantasie quotidiane”, e il playground-installazione di Temitayo Ogunbiyi “Giocherai nel quotidiano, correndo”, queste ultime due prorogate fino al 5 aprile 2021.

Saranno adottate tutte le misure contenute nel DPCM 14.01.2021 e relativi allegati, che includono, tra l’altro, uno specifico piano di informazione sulle misure di prevenzione e di accesso per i visitatori, il cui ingresso sarà contingentato; per evitare condizioni di assembramento sarà inoltre incentivato l’acquisto online dei biglietti, con tariffa unica a 4 euro. Alle famiglie, il Madre riserverà una speciale tariffazione che prevede un unico biglietto a 4 euro per entrambi i genitori e l’ingresso gratuito dei figli fino a 18 anni – massimo due persone. I visitatori dovranno indossare sempre la mascherina; è stato predisposto un percorso di visita unidirezionale, con separazione fra ingresso e uscita, nel corso del quale troveranno a disposizione contenitori con soluzione idro-alcolica per l’igiene delle mani; sarà loro rilevata la temperatura corporea all’ingresso, impedendo l’accesso al museo in caso di temperatura maggiore di 37,5 °C.

Parco archeologico dei Campi Flegrei

I siti del Parco archeologico dei Campi Flegrei, compreso il Parco sommerso di Baia, riapriranno al pubblico dal 18 gennaio nelle seguenti modalità:

Lunedì-Venerdì: aperto (gli orari dei vari siti sono visionabili a questo link: http://www.pafleg.it/it/7/info)

Sabato-Domenica: chiuso

Non saranno quindi effettuati giorni di chiusura infrasettimanali

Reggia di Caserta

Per la Reggia di Caserta, oltre alla chiusura del weekend, nell’immediato si conferma la chiusura settimanale il martedì. La Direzione del Complesso vanvitelliano ha avviato i necessari processi interni ed esterni per poter assicurare l’apertura continuata nei giorni feriali a favore del pubblico fidelizzato.

In questa prima fase, dunque, gli Appartamenti Reali, il Parco Reale e il Giardino Inglese si dischiuderanno soprattutto a favore del pubblico di prossimità. Nella consapevolezza della grave privazione patita in questi mesi dagli abitanti del territorio. L’istituto museale, che ha sempre considerato prioritaria la tutela della salute del personale e dei visitatori, ha predisposto una serie di misure volte a garantire un’esperienza di visita serena e in sicurezza. L’assoluta incertezza, anche negli ultimi giorni, rispetto alle disposizioni relative ai musei e il costante evolversi della situazione pone tutti di fronte a nuovi importanti sfide che la Reggia di Caserta sta affrontando con scrupolo e rigore, soprattutto in relazione al personale e ai servizi al pubblico. Gli uffici e il personale tutto sono al lavoro per garantire il massimo dell’efficienza e il rispetto di tutte le misure anti Covid. Pertanto, tutti i dettagli sulla prenotazione obbligatoria e sull’acquisto dei biglietti, che avverranno con la collaborazione del concessionario Opera Laboratori Fiorentini tramite piattaforma TicketOne, e sulle disposizioni di sicurezza verranno resi noti nei prossimi giorni.

Susy Martire

Un articolo di Susy Martire pubblicato il 16 Gennaio 2021 e modificato l'ultima volta il 17 Gennaio 2021

Articoli correlati

Beni Culturali | 22 Febbraio 2021

Il Toro e l’Ariete. Da Wall Street al museo Salinas: storie di bestie e di potere

Beni Culturali | 20 Febbraio 2021

Pompei: è Gabriel Zuchtrieghel il nuovo Direttore

Beni Culturali | 16 Febbraio 2021

12 anni di immobilismo: per la Chiesa di Portosalvo comitati e associazioni in piazza