fbpx
lunedì 6 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

INIZIATIVE IDENTITARIE

A Ceglie nasce "Salviamo il bianco", per valorizzare le città "candide" del Mediterraneo

Arte e artigianato, Cultura, Identità | 13 Dicembre 2013

ceglie-messapica

Salviamo il bianco di Puglia. Dove bianco è inteso il colore più diffuso nell’architettura del tacco del Sud.

Eh sì, perché qui sono tante le cittadine caratteristiche, contraddistinte dalle grandi distese di ulivi e dal bianco candore della pietra viva, specie i paesi della Valle D’Itria, tra cui spiccano Ostuni, nota, appunto, come la “città bianca” e Ceglie Messapica.

Ed è proprio a Ceglie che, per rispetto del bianco, colore tradizionale anche della città Messapica, oggi l’associazione 72013 costituirà il movimento “Salviamo il bianco”, alla presenza dell’omonimo e già esistente movimento di Ostuni, con cui si gemellerà.

Durante questa iniziativa, verrà spiegata l’importanza di preservare il bianco, attraverso una guida, denominata “Piano del colore”, nella quale vengono approfonditi i metodi per conservarlo con particolari trattamenti.

Insomma, i ragazzi dell’associazione si ripropongono, insieme ai già citati colleghi ostunesi, di promuoverne così la cultura e la loro identità.

E ciò non solo sotto l’aspetto del tipico colore della pietra, ma anche sotto l’aspetto gastronomico-turistico (si pensi ai latticini tipici, come le mozzarelle e la burrata).

Il presidente del movimento di Ceglie, Paolo Pecere, spiega come “Salviamo il bianco” sia un progetto che si inserisce in una più grande cornice: quella di unire tutte le città bianche che hanno peculiarità comuni nel Mediterraneo, dal Sud Italia, alla Grecia, alla Spagna. Le due associazioni pugliesi, partendo da una dimensione locale, hanno l’ambizione di tessere una rete che possa travalicare i confini regionali e nazionali. E noi glielo auguriamo.

Eugenia Conti

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 13 Dicembre 2013 e modificato l'ultima volta il 13 Dicembre 2013

Articoli correlati

Arte e artigianato | 4 Giugno 2020

CENTRO STORICO

Incontro con Salvini: le voci degli artigiani che si dissociano

Arte e artigianato | 4 Maggio 2020

LA MOBILITAZIONE

San Gregorio Armeno, la protesta degli artigiani

Arte e artigianato | 30 Aprile 2020

IL DRAMMA

Gli artigiani di San Gregorio Armeno: distanziamenti qui impossibili, aiutateci o sarà la fine

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi