fbpx
sabato 11 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

INIZIATIVE SOLIDALI

A Napoli i panettieri distribuiscono gratis il pane ai bisognosi

Diritti e sociale | 6 Aprile 2020

Napoli, si distingue per solidarietà , anche e soprattutto in tempi di COVID19.

Nasce infatti da cuori napoletani una nuova straordinaria iniziativa solidale che si chiama #Panepertutti che consiste nella produzione di pane da distribuire alle famiglie in difficoltà, in forma assolutamente gratuita.

Grazie all’idea di un gruppo di professionisti – Luca Napoleone, blogger; Nando Simeoli, pizzaiolo; Pasquale Luongo, pizzaiolo; Antonio Vollero, rosticciere; Luigi Gallo, grafico; Ugo Patierno, chef – sono stati messi a disposizione due forni, uno a Pianura, uno a San Giorgio per produrre il pane, e poi gli stessi ideatori dell’iniziativa, supportati da amici e da chiunque voglia contribuire, si occupano della distribuzione, rispettando in ogni fase tutte le regolamentazioni imposte per la tutela della salute e per evitare la diffusione del contagio.

L’obiettivo è sostenere le raccolte di beni desinati a chi ne ha bisogno fatte da gruppi di quartiere, associazioni, realtà che operano sul territorio e anche quelle più grandi come ad esempio della Protezione Civile.

“Vogliamo dare il nostro piccolo contributo – ci dice Luca Napoleone – che speriamo sia quello di aiutare chi ha serie difficoltà a mettere il piatto in tavola, fornendo almeno il pane che è l’elemento fondamentale per il sostentamento fisico, in attesa che l’emergenza rientri e si torni a condurre la vita di sempre, sperando che il Coronavirus sia solo un brutto ricordo”

Chi sostiene l’iniziativa

Tante le persone che sostengono l’iniziativa, che hanno fatto rete anche per individuare le realtà bisognose d’aiuto.

Su Facebook, ad esempio, è stato creato un gruppo aperto con il nome dell’iniziativa, così da fare arrivare a quante più persone le informazioni necessarie per accedere a questa possibilità, e anche per segnalare casi di necessità che possono essere aiutati e sostenuti.

Ma anche le aziende del settore food si sono mosse. La prima è stata Caputo, di Antimo Caputo, che ha messo a disposizione tre tonnellate di farina, che rappresentano solo una prima parte degli aiuti qualora le richieste dovessero aumentare. Anche l’azienda Imbal Service di Giovanni Schioppo si è messa totalmente a disposizione per la fornitura della carta da imballaggio per il pane, preziosa per la tutela del prodotto.

Dove è arrivato #panepertutti fino ad oggi

In una settimana sono stati prodotti e distribuiti circa 800 pezzi di pane consegnati a Volla, alla sesta Municipalità, alle raccolte del quartiere Vasto, a quelle di Ponticelli, a Barra, a Caivano, ad Afragola, a San Giovanni.

Si distribuirà anche, insieme alla Comunità di Sant’Egidio, nei campi Rom. Per queste realtà è prevista al momento la consegna di 300 pezzi di pane.

I ragazzi coinvolti nell’iniziativa sono carichi e attivi, così come le aziende che li supportano, e non intendono fermarsi, anzi lanciano un appello dai loro canali social personali, nel gruppo facebook e attraverso giornali: “Chiediamo il supporto di tutti, contattateci attraverso i canali social se conoscete persone che necessitano di aiuti, siamo a vostra completa disposizione.”

E questo è un appello che siamo contenti di girare anche a tutti voi nostri lettori.

Valentina Castellano 

Un articolo di Valentina Castellano pubblicato il 6 Aprile 2020 e modificato l'ultima volta il 6 Aprile 2020

Articoli correlati

Battaglie | 9 Luglio 2020

LA PROTESTA

Sciopero dei lavoratori del porto di Napoli: “Negati diritti fondamentali”

Eventi | 8 Luglio 2020

OPEN HOUSE

Il festival internazionale dell’architettura e del design torna a Napoli il 3 e il 4 ottobre

Diritti e sociale | 6 Luglio 2020

SOLIDARIETA’

Disabilità visivie: la Fondazione Rodinò finanzia le attività estive per i bambini di Napoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi