domenica 26 maggio 2019
Logo Identità Insorgenti

L’ ALLARME

Arco borbonico, interviene il museo del Mare per fare rete

Beni Culturali | 5 Marzo 2019

Il Consiglio direttivo del Museo del Mare di Napoli è stato uno degli enti che negli scorsi mesi ha lanciato l’allarme su una situazione di grave pericolo per un pezzo del patrimonio storico di Napoli, devastato da incuria e mareggiate. L’antico arco di basalto, situato sul lungomare di Via Partenope a poche decine di metri da Piazza Vittoria, è l’ultima testimonianza rimasta di un approdo ottocentesco ormai scomparso.

La base dell’arco che poggia in mare è stata spostata dalle onde delle mareggiate nell’autunno 2018. L’arco, che pesa varie tonnellate, poggia ora soltanto su di una superficie di pochi decimetri quadrati. Il consigliere del Museo, Giuseppe Farace, ha richiesto un intervento dei Vigili del Fuoco che hanno fatto un sopralluogo il 3 novembre 2018, riscontrando una situazione di rischio, e hanno immediatamente informato il Comune di Napoli che si è limitato a transennare un breve tratto di marciapiedi.

Il Museo del Mare di Napoli ha immediatamente coinvolto la stampa e avviato una campagna di informazione sui social media per sensibilizzare la cittadinanza e le autorità. Ha inoltre inviato il 25 gennaio 2019 tre raccomandate a.r. al Sindaco, al Soprintendente ABAP e al Presidente Autorità Portuale per richiedere un consolidamento urgente. Le raccomandate sono state regolarmente consegnate il 29 gennaio 2019. Anche Italia Nostra, sezione di Napoli, ha aderito all’iniziativa e ha inviato l’8 febbraio 2019 una mail al Soprintendente Abap.

L’appuntamento è giovedi alle 11 davanti all’arco.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 5 Marzo 2019 e modificato l'ultima volta il 5 Marzo 2019

Articoli correlati

Beni Culturali | 23 Maggio 2019

LA POLEMICA

Cemento sulle Torri Aragonesi: dubbi sul restauro in corso

Beni Culturali | 22 Maggio 2019

LA NOMINA

Massimo Osanna riconfermato Direttore generale del Parco archeologico di Pompei

Battaglie | 20 Maggio 2019

BENI ABBANDONATI

Resta chiuso lo storico cimitero di Santa Maria della Fede per lavori di messa in sicurezza

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi