fbpx
venerdì 28 febbraio 2020
Logo Identità Insorgenti

La bambola della Duchessa: visita alla chiesa di Santa Maria in Portico e il suo presepe

Arte | 16 Dicembre 2016

La visita guidata alla chiesa di Santa Maria in Portico si colloca all’interno di un itinerario immaginario e allo stesso tempo veritiero (perché visibile ai nostri occhi) che vuole come protagonisti i cosiddetti “santolilli” (santi bambini), sparsi qua e là sul territorio napoletano.

Ammirare il presepe ligneo seicentesco, qui presente, offre lo spunto per riflettere su uno delle documentate chiavi di lettura della profonda devozione per le statuine del Bambin Gesù: le fonti rivelano che sul finire del ‘600 il cosiddetto Bambino della Duchessa Orsini, quando non ricopriva il ruolo di protagonista della scena presepiale, veniva “acchittato” come una bambola/pazziella, con una parrucca, una corona e abiti regali, per essere portato in processione e sostare nelle case delle famiglie dei notabili.

Il culto non solo richiama valori di semplicità ed innocenza, ma rimanda anche a sentimenti di pietà e compassione verso i bambini che, per il solo fatto di essere tali, vivono in una condizione di indigenza: sono il risultato della creazione divina; allo stesso tempo, sono inermi sin dalla nascita di fronte all’umiliazione del peccato.

Sabato 17 dicembre ore 10.30

Appuntamento: Chiesa di Santa Maria in Portico, Via Giuseppe Martucci, 175 ore 10.30

Contributo organizzativo: 8 euro

Durata: 90 minuti circa

Guida: Marianna

Il tempo stabilito per l’accoglienza e le pratiche associative è di 15 minuti. L’itinerario avrà inizio tassativamente subito dopo, grazie a tutti i soci per la collaborazione alla buona riuscita delle attività.

NOTA BENE: Le visite sono dedicate ESCLUSIVAMENTE AI SOCI LOCUS ISTE.
Ancora non sei un nostro socio? Puoi associarti gratuitamente in modo facile e veloce compilando il modulo on line: https://locusisteblog.wordpress.com/modulo-di-iscrizione-a-socio-sostenitore/

COME PRENOTARSI ALLE VISITE?

Per partecipare alle visite in calendario la prenotazione è OBBLIGATORIA e deve avvenire ENTRO E NON OLTRE LE ORE 19.00 DEL GIORNO CHE PRECEDE LA VISITA ed esclusivamenteATTRAVERSO I SEGUENTI MODI:

– CONTATTO TELEFONICO:
Telefona alla Segreteria locus iste +39/3472374210 per richiedere informazioni e prenotare la tua partecipazione (ATTENZIONE: NON INVIARE SMS, MESSAGGI IN SEGRETERIA, MESSAGGI WHATSAPP. Non sono ritenuti validi ai fini della prenotazione e non avranno risposta).

– INVIANDO UNA MAIL:
Scrivi all’indirizzo di posta elettronica [email protected], indicando sempre il NUMERO DEI PARTECIPANTI e UN RECAPITO TELEFONICO per essere ricontatti e aggiornati di qualsiasi informazione inerente la visita.

– COMPILANDO IL MODULO DI PRENOTAZIONE ONLINE:
È facile, veloce e ti permette di specificare anche il numero di persone: https://locusisteblog.wordpress.com/modulo-di-prenotazione/

Ricorda bene: non verranno prese in considerazione le prenotazioni avvenute dopo l’orario stabilito e nei modi diversi da quelli indicati.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 16 Dicembre 2016 e modificato l'ultima volta il 16 Dicembre 2016

Articoli correlati

Arte | 25 Febbraio 2020

SUI SOCIAL

Il Barcellona rende omaggio a Napoli (e al Totò di Masuottolo ai Quartieri Spagnoli)

Arte | 13 Febbraio 2020

AL MANN

L’arte contemporanea al Museo Archeologico: tutti gli appuntamenti

Arte | 4 Febbraio 2020

A POZZUOLI

Torna a casa “L’adorazione dei magi” di Artemisia Gentileschi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi