giovedì 12 dicembre 2019
Logo Identità Insorgenti

La buona cucina al di là del pregiudizio: la pizza fritta stronca l’attacco del Sole 24 ore

News | 26 Aprile 2016

fila-a-milano-per-sorbilloCi risiamo. Il pregiudizio, lo stereotipo, il luogo comune sembra ormai un elemento imprescindibile del canovaccio giornalistico dei maggiori mass-media nazionali. Questa volta è il Sole 24 ore a partecipare a quello che sembra lo sport preferito del Bel Paese. In un articolo pubblicato pochi giorni fa veniva decretata come fallimentare l’apertura di un nuovo locale a Milano di Gino Sorbillo, erede della nota dinastia di pizzaioli partenopei. Fin qui nulla di strano, se non fosse per il metodo condotto nella sferzante analisi economica, basato su affermazioni totalmente pregiudizievoli.

Dettagliata in tal senso la ricostruzione dell’articolo fornita da Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, e Gianni Simioli: “Il razzismo becero e idiota verso Napoli e i napoletani non si ferma neanche di fronte alle tradizioni culinarie e, soprattutto, non teme di finire nel ridicolo. Vittorio Blum, l’autore dell’articolo palesemente inventato, per giustificare la sua previsione nefasta, ricorre ai luoghi comuni più beceri facendo passare l’idea che i milanesi non apprezzerebbero la pizza fritta perché sporcherebbe i vestiti eleganti che indossano, quasi a dire che i napoletani invece possono mangiarla e sporcarsi perché vestono sempre con vestiti sporchi o comunque non eleganti. La migliore risposta al razzismo strisciante del Sole 24 Ore arriva proprio dai milanesi che in questi giorni di festa stanno letteralmente prendendo d’assalto la pizzeria aperta da Sorbillo, per gustare la pizza fritta che ha già conquistato anche chi vive e lavora nella città della Madonnina, alla faccia di tutti i razzisti che si rendono ridicoli.”

Ci chiediamo pertanto se mai qualcuno, nei bei salottini televisivi, affronterà la vicenda, sottolineando magari come lo sputtanapoli ora venga utilizzato anche per coprire incompetenze di analisi del mercato, e attendendo una risposta che forse non arriverà mai, ci gustiamo una bella pizza fritta, pronti a sporcarci di olio, mantenendo pulita e immacolata la consapevolezza della nostra identità.

Diventa fan del Vaporetto per tutte le news sulla tua città, clicca qui e seguici sulla nostra pagina!

Un articolo di Antonio Barnabà pubblicato il 26 Aprile 2016 e modificato l'ultima volta il 26 Aprile 2016

Articoli correlati

News | 30 Settembre 2019

LA POLEMICA

A Torino foto dei suoi studi in mostra. Il comitato no Lombroso: “Scatti razzisti”

Cultura | 2 Agosto 2019

LE CENTENARIE

Starita a Materdei e l’Oro di Napoli

Attualità | 10 Luglio 2019

ILVA TARANTO

Nulla di fatto al vertice Mise, intanto la Procura spegne l’altoforno 2

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi