lunedì 19 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

La cultura e la memoria deturpata a Napoli

News | 30 Gennaio 2019

Uno schiaffo alla storia della città e a chi ha combattuto per renderla migliore; uno schiaffo all’arte e ad un progetto di rivalutazione ed abbellimento. Ieri la zona di Montesanto ha dovuto fare i conti soprattutto con l’ignoranza quando al risveglio si è scoperto lo sciacallo imbrattamento del murales dedicato a Giancarlo Siani firmato dall’artista Roxy in the box nell’ambito di un progetto con sky arte che includeva i residenti della zona ed i giovani ragazzi dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli.

Un cerchio argentato con una “A” disegnata sopra. Un simbolo anarchico che ovviamente di anarchico non ha niente. Poiché, chi l’ha realizzato ignora tutto: il simbolo, il giornalista Giancarlo Siani e la street art. Ed è questo il problema.

Un problema che a Napoli si concretizza troppo spesso. L’incredibile numero di opere, dalla Street art più recente alle eterne sculture e pietre e colonne millenarie disseminate nella città e nel centro storico sono spesso oggetto di vandalizzazioni da parte di chi fondamentalmente non ha la minima idea di cosa si ritrova davanti e dell’importanza dell’opera che sta deturpando. Un problema di cultura con la quale la città deve fare i conti, proprio perchè in una città dove essa brulica in ogni angolo non può più accadere uno scempio del genere.

Un articolo di Gianluca Corradini pubblicato il 30 Gennaio 2019 e modificato l'ultima volta il 30 Gennaio 2019

Articoli correlati

Attualità | 10 Luglio 2019

ILVA TARANTO

Nulla di fatto al vertice Mise, intanto la Procura spegne l’altoforno 2

News | 17 Maggio 2019

Parco della Marinella, entro l’anno i lavori di riqualificazione

News | 16 Maggio 2019

VIDEO | Accorinti, già sindaco di Messina: “Salvini? Un nazi-fascista”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi