fbpx
sabato 15 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

LA CURIOSITA’

Il testamento dell’Innocente: la lapide dietro l’Ospedale della Pace

Identità | 6 Dicembre 2019

Sul muro dell’Ospedale della Pace, sul lato che dà su via San Nicola dei Caserti, si trova una lapide con un’iscrizione misteriosa: “Dio m’arrassa da invidia canina, da mali vicini et di bugia d’homo dabene.”

La leggenda, racconta la pagina fb Vongole Napoletane, narra che si tratti di un’iscrizione voluta fortemente da un uomo che abitava in quel luogo il quale, per invidia e su false testimonianze, fu accusato di omicidio e mandato al patibolo.
“Il condannato si assicurò così che il suo ultimo ammonimento fosse udito nei secoli, e lo fece legando tutti i suoi averi all’Ospedale della Pace in cambio della collocazione e del mantenimento in pertpetuo di quella lapide, aggiungendo però una condizione: in caso di rimozione l’eredità sarebbe passata all’Ospedale degli Incurabili la cui amministrazione, ovviamente, si curò nel tempo di mandare a verificare che la lapide fosse sempre al proprio posto, avendone già pronta una nuova.

M’arrassa: mi scansi, allontani”.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 6 Dicembre 2019 e modificato l'ultima volta il 8 Dicembre 2019

Articoli correlati

Identità | 27 Luglio 2020

NEL NOME DEL CIUCCIO

Elogio di Marek Hamsik, Capitano silenzioso

Identità | 25 Luglio 2020

LA STORIA

Quando al Chiatamone c’era la spiaggia, libera e gratuita

Campania | 18 Luglio 2020

IL RICORDO

Luciano non morirà mai per noi, generazione cresciuta con le sue storie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi