fbpx
lunedì 30 novembre 2020
Logo Identità Insorgenti

LA FOTO

Il mare di Napoli con la munnezza: l’Ansa e il maltempo (al Nord)

Sputtanapoli | 4 Febbraio 2020

Complimenti all’agenzia Ansa. Non bastano certi giornalacci che rappresentano Napoli sempre al peggio: ora ci si mette anche la principale agenzia d’informazione di Italia. Che nella sua homepage di oggi per rappresentare un’ondata di maltempo (per giunta soprattutto al Nord) ci offre una vecchia foto di Napoli invasa da munnezza sulla spiaggia di Rotonda Diaz. Vecchia almeno di 10 anni, dato che non ci sono i “baffi” fatti qualche anno fa per l’America’s Cup.

Per giunta aprendo la notizia uno immagina che l’emergenza toccherà le sponde di Partenope. Invece la notizia all’interno è questa:

“Una perturbazione atlantica porterà domani sull’Italia venti di burrasca, mareggiate e un brusco calo delle temperature e nevicate al Centro-Sud. Lo indica un’allerta meteo della Protezione civile. Dalle prime ore di domani, prevede l’avviso, i venti di burrasca soffieranno su Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Sardegna, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. Dal mattino, poi, la forte ventilazione si estenderà a tutte le altre regioni. Ci saranno forti mareggiate sulle coste esposte”.

La Campania non è nemmeno citata nella notizia, per dire.

Ora non ci piace fare gli indignati in servizio permanente effettivo. Però vorremo domandare ai deskisti dell’ansa quali sono i motivi della scelta di Napoli sporca per rappresentare un’ondata di maltempo che   manco arriverà in Campania, a quanto si legge…. perché?

Detto questo, dato che ci piace essere onesti, siamo subito andati a fotografare “Lido Mappatella” ora, in questo momento. E’ vero che Napoli vive tempi non buoni in termini di raccolta di spazzatura… però l’attuale situazione a Rotonda Diaz è questa qui. Pulitissima….

Qualcuno lo dica all’Ansa e si cambi subito la fotografia in home page…

(Ph Federico Hermann)

Post Scriptum: l’Ansa ha poi cambiato la foto, mettendoci sempre Napoli, in tempesta, ma senza munnezza. 

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 4 Febbraio 2020 e modificato l'ultima volta il 4 Febbraio 2020

Articoli correlati

Italia | 26 Maggio 2020

PREGIUDIZI OSCENI

Su Libero, in risposta a un lettore: “Sud peso morto”

Attualità | 22 Aprile 2020

IENE E SCIACALLI

“Ragazzi in odor di camorra”: caro Golia, ma come ti permetti?

Attualità | 22 Aprile 2020

UNA RISPOSTA A GOLIA

Un volontario: “Rabbia e bugie. Alle signore nel servizio delle Iene abbiamo consegnato pacchi con lo Sgarrupato”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi