lunedì 17 febbraio 2020
Logo Identità Insorgenti

LA LEGGE

Palazzo Penne casa del design. Il consiglio regionale dice di sì

Attualità, Beni Culturali | 4 Novembre 2019

E’ stata approvata la scorsa settimana in Consiglio Regionale la legge sulla Qualità dell’Architettura, fortemente voluta dal Presidente della Giunta Regionale Vincenzo De Luca e dall’Assessore all’Urbanistica e Governo del Territorio Bruno Discepolo.

E’ la prima volta che la Regione si dota di una legge di questo tipo, i cui principi ispiratori trovano ragione nel convincimento che l’architettura è una delle espressioni principali della cultura di ogni tempo e, pertanto, la qualità architettonica, l’inserimento nel paesaggio di nuovi interventi secondo criteri di tutela e valorizzazione sostenibile del paesaggio naturale e del paesaggio urbano, l’utilizzazione del patrimonio esistente, la rigenerazione sostenibile delle città, rispondono ad un interesse pubblico, in conformità con l’art. 9 della Costituzione e con le norme statali vigenti in materia.

Alla elaborazione del testo di legge hanno partecipato rappresentanti regionali degli Ordini professionali degli architetti e degli ingegneri, dell’ANIAI, dell’IN-ARCH, dei dipartimenti di architettura della Federico II e dell’Università della Campania e del Docomomo Italia.

Tra le novità proposte dalla legge anche l’istituzione di Case dell’Architettura e del design nelle città campane. In tale ambito si colloca la scelta di realizzare la prima casa a Napoli, recuperando a tale scopo “Palazzo Penne”, edificio di proprietà della Regione, esempio tra i più significativi dell’architettura rinascimentale napoletana.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 4 Novembre 2019 e modificato l'ultima volta il 4 Novembre 2019

Articoli correlati

Attualità | 15 Febbraio 2020

IL PIANO

Sud: 123 miliardi in dieci anni per il rilancio del meridione

Attualità | 11 Febbraio 2020

NAPOLI EST

Furto di gasolio alla Fondazione famiglia di Maria: bimbi senza riscaldamento

Attualità | 8 Febbraio 2020

LA DELIBERA

Ztl Napoli: dal 30 marzo i bus turistici pagano l’accesso alla città

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi