fbpx
martedì 7 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

LA LETTERA

Miriam Pipolo, fotografa di matrimoni: stagione saltata, chiediamo aiuti e ascolto

Economia | 30 Aprile 2020

Caro direttore,
sono Miriam Pipolo e insieme a mia sorella Ivana ci occupiamo di fotografia di cerimonia.
Vi sottopongo alcune osservazioni sulla nostra categoria e gli effetti del COVID-19 sul nostro futuro, sperando che le nostre parole attraverso i media possano dare voce ad un settore fortemente danneggiato come quello della cerimonia.

A causa dell’attuale situazione di emergenza sanitaria, tutte le cerimonie (matrimoni, comunioni, battesimi e feste di 18 anni) sono state annullate. E di conseguenza il nostro lavoro per questa stagione.

Se le misure di contenimento adottate per far fronte alla situazione attuale verranno prorogate fino al mese di agosto, tutto ciò porterebbe l’indotto della cerimonia (ristoranti, atelier, fiorai, fotografi, bomboniere…) ad essere il settore più colpito, poiché il nostro lavoro è rappresentato dall’aggregazione sociale.

Inoltre è cruciale tenere in considerazione che è proprio in questi mesi che si concentra il nostro lavoro e molte coppie stanno spostando nell’incertezza, i matrimoni all’anno prossimo.
Quindi noi saltiamo una stagione lavorativa.

Non si può immaginare una festa, soprattutto qui in Campania, con distanze di sicurezza.

Il nostro è un lavoro che lascia dei ricordi ai clienti e nessuno vorrebbe mai un album con le foto in mascherina e guanti.

Quindi è nelle mani del Governo, degli enti locali adottare le misure appropriate affinché questo settore abbia la possibilità di sopravvivere e di continuare la sua attività non appena le circostanze lo permettono. È necessario anticipare il più possibile le informazioni relative alle condizioni igieniche e alle limitazioni per tutto il settore della cerimonia, in modo da poter programmare il nostro lavoro.

Ma cosa più importante è che lo Stato deve offrire misure economiche adeguate come la sospensione delle imposte, l’approvazione di aiuti specifici per il settore nuziale e la sospensione o la riduzione dell’affitto dei locali, nonché qualsiasi altro sostegno che possa essere realizzabile.

Miriam Pipolo

(nell’immagine una foto di un matrimonio delle Pipolo)

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 30 Aprile 2020 e modificato l'ultima volta il 30 Aprile 2020

Articoli correlati

Economia | 5 Maggio 2020

LA LETTERA

Piras, noto acconciatore: “Parrucchieri pronti ad aprire. Il 3 giugno è troppo lontano”

Economia | 29 Aprile 2020

L’ANALISI

Conte: “Alle banche chiedo un atto d’amore”. Ma occorrono regole chiare non chiacchiere

Economia | 28 Aprile 2020

COVID & ECONOMIA

Italia spaccata: è giusto ripartire tutti insieme?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi