fbpx
sabato 11 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

LA MANIFESTAZIONE

La Catania Antirazzista scende in piazza, al porto: “Nessun uomo è illegale, restiamo umani”

Razzismo, Repressione | 24 Agosto 2018
Al grido di “Catania città aperta all’accoglienza. Facciamoli scendere!” domani una serie di associazioni impegnate sul territorio si sono dati appuntamento nella città di Sant’Agata, multiculturale per natura, al porto, per chiedere che i migranti della Diciotti siano accolti.

Da molti giorni 171 donne, bambini e uomini, fuggiti dalla miseria, dalla guerra e dai lager libici dove hanno subito le violenze dei trafficanti di esseri umani, si trovano sulla nave della Guardia Costiera italiana Diciotti.

Per i manifestanti è inaccettabile la scelta del Governo italiano, e in particolare del Ministro dell’Interno Matteo Salvini, di impedire lo sbarco nel territorio italiano delle 171 persone stremate e in precarie condizioni di salute.

“Nessun obiettivo politico del Governo può giustificare l’utilizzo di centinaia di vite umane come arma di ricatto, considerate carne da macello, non vite e speranze ma numeri da distribuire o respingere.

Catania è città di solidarietà e accoglienza e vogliamo che il nostro porto sia immediatamente aperto e che le autorità lascino sbarcare le 171 persone dalla nave Diciotti.

Nessuna donna e nessun uomo è illegale. Restiamo umani”.

L’appuntamento è per domani alle 17 al Molo del Levante di Catania.

Tra i firmatari: Lila, Femministorie, I Siciliani giovani, Orione, Welcome to Europe, COPE, Restiamo Umani, Rete Antirazzista catanese, Cobas, Catania Bene Comune, Comitato No Muos-No Sigonella, la città felice, Ragna-tela, Sunia Catania, Emergency gruppo territoriale di Catania,Libera-Ct,Associazioni Nomi e numeri contro le mafie, Pax Christi-Ct, Mani Tese Sicilia, ANPI Catania, Anpi Sicilia, Amnesty International Sicilia, Collettivo Antigone-Augusta, UDI-Ct, ADS Idee a confronto, ADIF(Associazione DIritti e Frontiere)-Roma, Federazione del sociale USB-Ct, Borderline Sicilia, CittaInsieme, LasciateCIEntrare, USB-Unione Sindacale di Base, Rete Antirazzista Iblea, CarovaneMigranti, Comunità Resistente Piazzetta-Cpo Colapesce, Circolo Teresa Mattei, Link-Studenti indipendenti Catania, Centro Antiviolenza Thamaia.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 24 Agosto 2018 e modificato l'ultima volta il 24 Agosto 2018

Articoli correlati

Razzismo | 6 Giugno 2020

FIGURACCE

Il flop di Salvini a Napoli: tra appuntamenti saltati e fischi dei napoletani

Razzismo | 5 Giugno 2020

OMICIDIO FLOYD

Quell’ultimo respiro che vuole cancellare l’apartheid

Attualità | 27 Aprile 2020

LA SANZIONE

Agcom multa Mediaset per la trasmissione di Giordano con Feltri

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi