fbpx
martedì 22 settembre 2020
Logo Identità Insorgenti

LA MOBILITAZIONE

Napoli, docenti e studenti in piazza: “Più soldi per la scuola”

Battaglie, Istruzione, scuola, università | 26 Giugno 2020

Si è svolta ieri pomeriggio, in Piazza Plebiscito, la mobilitazione promossa dal comitato Priorità alla Scuola affinché il diritto allo studio sia garantito a tutte e tutti, e la scuola pubblica riapra a settembre in presenza, sicurezza e serenità, senza “classi pollaio”, senza DaD, senza riduzioni di orario, senza esternalizzare e privatizzare l’educazione, senza isolare e abbandonare i più fragili. Alla manifestazione, che si è svolta non solo a Napoli ma anche in altre 60 città italiane, oltre alle associazioni, le comunità scolastiche, genitori, educatori e docenti, si sono aggiunti i collettivi studenteschi e i sindacati dei lavoratori scolastici.

I nodi della protesta

Gli alunni, i professori e il personale ATA scesi in piazza chiedono interventi urgenti per quanto riguarda l’edilizia scolastica, quindi ulteriori fondi per l’istruzione pubblica, che in Italia sono tra i più bassi rispetto al resto dell’Europa. Tra le loro richieste anche un piano per il rientro a Settembre, che preveda il rispetto di tutte le norme di sicurezza sanitarie. A questo aggiungono la necessaria inclusione per gli studenti con disabilità, lasciati sempre più indietro dalla scuola pubblica. Certezze per l’istruzione dei giovani, rispetto per il lavoro degli insegnanti e collaboratori scolastici: è questo ciò che chiede chi frequenta la scuola italiana ai tempi della pandemia.

Ciro Giso

Un articolo di Ciro Giso pubblicato il 26 Giugno 2020 e modificato l'ultima volta il 26 Giugno 2020

Articoli correlati

Battaglie | 11 Settembre 2020

IL CORTEO

“Leghista terrone sei lo scuorno del meridione”. In piazza la Napoli anti-Salvini

Battaglie | 20 Luglio 2020

LA PROTESTA

L’ultimatum di Officina delle Culture: “Consegneremo le chiavi al Sindaco”

Battaglie | 20 Luglio 2020

G8 DI GENOVA

Diciannove anni fa Carlo Giuliani moriva durante le proteste No Global

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi