mercoledì 18 settembre 2019
Logo Identità Insorgenti

LA NOMINA

Massimo Osanna riconfermato Direttore generale del Parco archeologico di Pompei

Beni Culturali | 22 Maggio 2019

Arriva finalmente la nomina del direttore generale di Pompei.

Alberto Bonisoli, Ministro dei Beni e delle attività culturali, sceglie di mettere a capo del Parco archeologico di nuovo il professore Massimo Osanna.

Massimo Osanna convince anche Bonisoli

Nominato per il suo primo mandato dall’allora ministro Massimo Bray per assolvere l’arduo compito di risollevare le sorti di una Pompei in ginocchio, in quattro anni ha convinto lo stesso Bray, ma anche, evidentemente, i suoi successori Franceschini e Bonisoli.
Due donne le altre candidate “sconfitte” con un curriculum di tutto rispetto , ma Massimo Osanna aveva dalla sua parte non solo i titoli di archeologo e professore universitario ma anche i risultati di questi ultimi anni: in primis la “consegna “ del Grande Progetto Pompei, considerato in Europa una buona pratica da replicare, e per ultimo le importantissime scoperte alla Regio V.
I nuovi scavi avranno sicuramente colpito in maniera particolare il Ministro che scelse proprio Pompei come sua prima uscita pubblica ad una settimana dalla nomina.

C’è da dire che fin da quando ha terminato il primo mandato, Massimo Osanna non ha mai abbandonato Pompei. Ha continuato a seguire come direttore scientifico lo scavo alla Regio V, ha inaugurato mostre come quelle di Cai Guo Qiang e l’ultima da curatore nella Palestra grande il 9 maggio scorso dal titolo “Vanity: storie di gioielli dalle Cicladi a Pompei “, e ha affiancato la direttrice ad interim Alfonsina Russo ogni qualvolta ce n’è stato il bisogno.
Insomma, tutti si aspettavano una riconferma giusta e meritata. Un incarico che va non solo a premiare il lavoro svolto ma va a dare fiducia al completamento di un percorso iniziato e che ora dovrà sfociare in decisioni importanti da prendere.

Un nuovo inizio

Proprio in merito alla Regio V si dovrà ragionare sul problema della preservazione di ciò che è stato portato alla luce, ma anche iniziare la vera manutenzione ordinaria che al termine dello straordinario Grande Progetto sarà un’impresa nell’impresa, per non parlare di tutta una serie di provvedimenti da prendere su disfunzioni ataviche che affliggono il sito anche in conseguenza dell’aumento dei visitatori.

Progetti in cantiere: spazio anche per i siti “minori” del Parco?

E poi c’è da considerare i siti “minori” che fanno parte del Parco, dare inizio agli scavi a Oplonti, come il professor Osanna aveva già promesso, e occuparsi di Stabiae. In programma ci sarebbe anche un biglietto combinato con il Museo archeologico nazionale di Napoli e un abbonamento per avere la possibilità di visitare tutto l’anno il parco archeologico ogni volta che lo si vuole, anche questo già in cantiere.

Pompei: alla sua guida non solo un archeologo

Non sarà facile riprendere in mano le sorti di Pompei.
Pompei è un luogo bello ma complicato, con pressioni di ogni tipo. Un mondo fatto di archeologia ma anche di appeal mediatico dirompente.

Oltre alla preparazione di chi viene designato a guidarla, è fondamentale un grande carisma, una personalità forte e comunicativa, capace di sostenere gli urti (e che urti!) di una città che è protagonista in ogni caso. Chi presenta Pompei presenta l’Italia al resto del pianeta e deve essere quindi anche un grande ambasciatore.

A Massimo Osanna gli auguri per questo nuovo inizio in una Pompei che ha imparato a conoscere e che se tutto va bene lo vedrà per più di un lustro alla sua direzione.

Susy Martire

Un articolo di Susy Martire pubblicato il 22 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 23 Maggio 2019

Articoli correlati

Beni Culturali | 10 Settembre 2019

BUONE NOTIZIE

Riapre Carminiello ai Mannesi: come e quando visitarlo

Beni Culturali | 6 Settembre 2019

VILLE VESUVIANE

Villa Orsini di Gravina e l’Istituto Landriani di Portici: tra storia e degrado

Beni Culturali | 29 Agosto 2019

A POMPEI

Trovati ordigni bellici nell’area della Casa dei Casti Amanti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi