domenica 17 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

LA POLEMICA

Caffè Borbone contro Report: “Noi premiati ogni giorno da milioni di consumatori”

Agroalimentare | 23 Ottobre 2019

Arriva la risposta di Caffè Borbone al servizio di Report andato in onda lunedì sera, dove le capsule della popolare torrefazione napoletana hanno subito una stroncatura senza appello. L’azienda di Caivano, controllata a maggioranza dalla holding Italmobiliare, replica con qualche giorno di ritardo alla trasmissione, che già in passato aveva attaccato il caffè made in Naples.

“Le capsule del caffè ormai sono una realtà nelle nostre case, tra i vari sistemi soltanto Nespresso è arrivata a un accordo con il Cial, Consorzio italiano alluminio, per riciclare tonnellate di capsule, tutte le altre vanno in discarica (o in inceneritori). Abbiamo sottoposto dieci capsule, tra le più vendute, ad analisi sensoriale del trainer Andrej Godina e a nove professionisti dell’Istituto Internazionale assaggiatori. Abbiamo poi chiesto alle case coinvolte di avere un confronto diretto sull’assaggio con Godina, ha accettato soltanto una. Le capsule sono state inoltre analizzate da tre laboratori diversi per la ricerca di metalli eventualmente rilasciati e poi sono stati esaminati separatamente acqua e caffè macinato. I risultati sono stati commentati dalle maggiori case coinvolte e da esperti dell’Istituto Ramazzini, dell’Università di Padova e dell’Arpa Roma-Lazio”.

Stavolta Godina, triestino cresciuto col mito di Illy, va oltre e fa assaggiare ad altri. Altri non meglio riconosciuti, almeno non qui a Napoli, esperti assaggiatori. Che hanno bocciato Borbone. Da qui la replica dell’azienda.

E affida la propria “difesa” a un comunicato stampa in cui, stemperando le polemiche, rivendica la peculiarità del gusto popolare dell’espresso napoletano.

“È vero, non abbiamo accettato il loro invito perché ci fidavamo del giudizio, della professionalità e dell’autorevolezza dei loro esperti.

Eravamo presi dall’organizzazione di un evento molto importante per noi come la fiera di Host 2019 Milano.

… Ma poi abbiamo visto confrontare caffè 100% arabica, a tostatura media, con caffè con componenti di robusta e con una tostatura più spinta!

È come confrontare mele con pere, possono essere entrambi eccellenti prodotti, ma per loro natura diversi e non confrontabili.

In questa analisi entrano in ballo i soli gusti personali e le proprie abitudini di consumo.

Caffè Borbone è premiata quotidianamente dalla scelta di milioni di consumatori, pluripremiata da giudici e pubblico, oltre che essere probabilmente il primo produttore in Italia di Caffè Espresso in “monodose”.

Ci viene a questo punto un dubbio: se il nostro Espresso fosse “acido” e con “sentori di mandarino e lime” sarebbe ancora scelto dal nostro amatissimo consumatore?

Il gusto è da sempre personale, noi non vogliamo produrre miscele che accontentino solo pochi sofisticati “esperti” bensì vogliamo deliziare ogni giorno il nostro consumatore con il vero Espresso Napoletano. E quindi arrivederci al prossimo Espresso, a tutti”.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 23 Ottobre 2019 e modificato l'ultima volta il 24 Ottobre 2019

Articoli correlati

Agroalimentare | 7 Novembre 2019

LA SFIDA

14 mastri pasticceri reinterpetano il Raffiolo per l’VIII edizione dei dolci delle feste

Agroalimentare | 29 Ottobre 2019

LA REPLICA

Anche la Kimbo critica Report: “Rifatti i test. Per altri siamo i migliori”

Agroalimentare | 2 Ottobre 2019

L’EVENTO

Sul lungomare di Napoli torna BaccalàRe

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi