venerdì 26 febbraio 2021
Logo Identità Insorgenti

LA PROTESTA

400 famiglie licenziate: i lavoratori Whirlpool bloccano la stazione di Napoli e chiedono risposte

Lavoro | 3 Novembre 2020

I 400 lavoratori della Whirlpool vergognosamente licenziati due giorni fa continuano la loro protesta. Questa mattina hanno bloccato la stazione di Gianturco e la stazione Centrale di Napoli per scongiurare la chiusura del sito partenopeo.

Protestano contro la multinazionale ma soprattutto contro il governo che si è limitato a prendere atto del mancato rispetto degli accordi. Cosa resa ancor più grave dal fatto che questi 400 licenziamenti avvengonoin piena pandemia costringendo i lavoratori di Napoli a protestare in un momento di difficoltà e di precarietà per se stessi e per le persone coinvolte dalle proteste.

I lavoratori, che nel corso della manifestazione non hanno impedito la circolazione dei treni, si sono poi recati in corteo verso palazzo Santa Lucia, sede della giunta regionale della Campania.

 

Il live è dell’Opg Occupato Je so pazzo

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 3 Novembre 2020 e modificato l'ultima volta il 4 Novembre 2020

Articoli correlati

Lavoro | 21 Febbraio 2021

L’Italvolt sceglie il Piemonte: e la Campania perde 19mila posti di lavoro

Lavoro | 6 Gennaio 2021

LA STORIA

Mio fratello rider: vi racconto la vita di un addetto al delivery food

Lavoro | 4 Gennaio 2021

SALTI MORTALI

Dentro un Circo, con i suoi artisti, tra le vittime più colpite dall’emergenza sociale