fbpx
lunedì 1 giugno 2020
Logo Identità Insorgenti

LA PROTESTA

A Napoli in piazza le “sardine nere”

Battaglie | 8 Dicembre 2019

E’ sceso in piazza oggi il Movimento Migranti e Rifugiati della città partenopea, manifestando in corteo per chiedere l’accelerazione dei tempi della procedura per il riconoscimento della protezione internazionale, il rapido rilascio dei permessi di soggiorno. Si sono autodefiniti “sardine nere” e sono stati accompagnati dai ragazzi dell’Opg in questa loro protesta.

“Le sardine Nere -sono tutte quelle sardine che non sono potute scendere nelle piazze italiane di queste ultime settimane, perché considerate diverse dalle altre sardine. Sono quelle che hanno attraversato il deserto, sono fuggite ai campi libici e adesso nuotano nel mare della burocrazia e del razzismo Istituzionale. Aspettano di avviare da mesi la procedura per il riconoscimento della protezione internazionale, aspettano il loro permesso ancora bloccato negli Uffici Immigrazione. Da quando è entrato in vigore il decreto sicurezza di Matteo Salvini non riescono a convertire la protezione umanitaria in permesso di soggiorno per lavoro. Così facendo sono condannate a nuotare silenziosamente dentro a un mare di odio, invisibilità, razzismo e sfruttamento”.

 

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 8 Dicembre 2019 e modificato l'ultima volta il 8 Dicembre 2019

Articoli correlati

Battaglie | 27 Maggio 2020

LA PROTESTA

Le guide turistiche, distrutte dal lockdown, in presidio: #noiesistiamo

Battaglie | 22 Maggio 2020

DISCRIMINAZIONI

Zone rosse del Sud escluse dal decreto: De Luca e Cinque Stelle protestano col governo (e coi loro partiti)

Battaglie | 5 Maggio 2020

LE PROTESTE

“Fateci lavorare”: i napoletani in piazza nel primo giorno della Fase 2

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi