martedì 12 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

LA SENTENZA

I giudici danno ragione a Cannavacciuolo. Cadono le accuse dei Nas

Agroalimentare | 17 Luglio 2018

Cadono le accuse e caso archiviato per il bistrot torinese di Antonino Cannavacciuolo: il ristorante di via Cosmo vicino alla Gran Madre, era infatti finito nel mirino dei carabinieri del Nas a dicembre scorso, quando i militari avevano sanzionato i gestori con una multa per mancata tracciabilità di alcuni prodotti presenti in cucina. Successivamente, gli atti erano stati trasmessi alla procura, perché alcuni alimenti, sottoposti ad abbattimento, non erano stati segnati con asterisco sul menu, come normalmente avviene per i prodotti surgelati. Archiviate le accuse nei confronti di Cinzia Primatesta, moglie dello chef, risultata “totalmente estranea” ai fatti contestati.

Archiviata anche la posizione di Giuseppe Savoia, direttore del Bistrot, “non punibile per la particolare tenuità dei fatti di frode in commercio“. Da parte sua, Cannavacciuolo, non direttamente legato al locale, si è detto contento. “Ero sicuro – ha commentato al sito Agrodolce – che tutto sarebbe stato chiarito, perché la qualità e la passione sono il nostro marchio di fabbrica. Uno non lavora fino a notte tutti i giorni e non investe fatica e denaro alla ricerca dei prodotti migliori per poi prendere in giro i clienti. Altrimenti sarebbe davvero fatica sprecata. Con noi lavorano centinaia di persone, il lavoro in nero, qui, non esiste. L’igiene e la sicurezza sono la prima regola da rispettare, ovunque“.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 17 Luglio 2018 e modificato l'ultima volta il 17 Luglio 2018

Articoli correlati

Agroalimentare | 7 Novembre 2019

LA SFIDA

14 mastri pasticceri reinterpetano il Raffiolo per l’VIII edizione dei dolci delle feste

Agroalimentare | 29 Ottobre 2019

LA REPLICA

Anche la Kimbo critica Report: “Rifatti i test. Per altri siamo i migliori”

Agroalimentare | 23 Ottobre 2019

LA POLEMICA

Caffè Borbone contro Report: “Noi premiati ogni giorno da milioni di consumatori”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi