fbpx
venerdì 28 febbraio 2020
Logo Identità Insorgenti

LA SOLITA LEGA

Bossi al congresso: “Aiutare il Sud altrimenti straripano come africani”. La platea applaude. E Salvini resta muto

Politica | 21 Dicembre 2019

“Aiutare il Sud altrimenti straripano come africani”. La Lega è sempre la Lega e Umberto Bossi, l’ex leader, lo ha voluto dimostrare oggi arrivando al congresso straordinario di Milano, dove fino all’ultimo era incerta la sua presenza.

Anche se in sedia a rotelle i concetti espressi dal Senatur hanno purtroppo il vigore razzista antimeridionale di sempre.

“Mi sembra giusto aiutare il Sud sennò straripano come l’Africa” il concetto espresso testualmente da Umberto Bossi nel suo intervento al congresso federale della Lega Nord.

Insomma la Lega è questa, quella che abbiamo sempre saputo essere, nonostante le fiabe raccontate da Salvini: “Salvini non ci può imporre un cazzo – ha detto Bossi – e lo diciamo con franchezza, le cose imposte non funzionano. Oggi è il funerale della Lega? Col cazzo, oggi è il funerale degli altri: la Lega è il partito nazionale dei popoli del Nord e questo ormai tutti lo hanno capito”,  ha poi detto, mostrando il dito medio, marchio di fabbrica di tanti comizi e ora diventato argomento social dopo la foto che ha postato una ragazza seduta in aereo vicino a Salvini, con il dito medio alzato.

Come si evince dal video di Alanews,  durante la parte dell’intervento relativa al sud, Salvini non batte ciglio mentre Bossi dice queste cose  e una parte del pubblico del Carroccio applaude alle parole “altrimenti straripano come gli africani”. La solita Lega insomma. Quella che ci deve 49 milioni…

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 21 Dicembre 2019 e modificato l'ultima volta il 21 Dicembre 2019

Articoli correlati

Politica | 24 Febbraio 2020

SUPPLETIVE

L’analisi del voto, la vittoria di Ruotolo e l’affluenza sotto il 10%

Politica | 19 Febbraio 2020

LA REPLICA

Le sette bugie di Santori dopo il flop delle Sardine a Napoli

Politica | 19 Febbraio 2020

FLOP SARDINE

Martirani cacciato da Santori e dai “pescetielli” di Napoli: era troppo di sinistra per il Pd

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi