fbpx
venerdì 10 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

LA STORIA

Io, donna del Sud, vi racconto i miei 63 giorni al Nord in quarantena

Attualità | 11 Maggio 2020

Ne avrete sentite tante di storie in questo periodo, ma se avete qualche minuto da dedicarmi vorrei raccontarvi la mia.

Chi mi conosce sa che ho sempre pensato più agli altri che a me e l’ho fatto anche in questa occasione. Non mi sono fatta prendere dal panico e quel 7 marzo non sono andata da nessuna parte.

Quando è iniziato il lockdown mi trovavo a Milano e ci sono rimasta chiusa in casa per 63 giorni. Sono state giornate lunghissime, infinite.

Ho trascorso tante ore al pc per lavoro e per fortuna anche tante ore al telefono con chi amo.

Ho ascoltato le voci preoccupate dei miei genitori nascondersi dietro ad un display per non farmi capire quanto fossero preoccupati per me, ho visto i miei nonni darmi tutto il loro coraggio per farmi andare avanti.

La notte mi hanno cullato i messaggi d’amore del mio fidanzato e le risate con gli amici di sempre. Ho cercato di non sprofondare nella tristezza della solitudine e ogni giorno mi sono svegliata con un sorriso dicendo a me stessa “Passerà anche questa”.

In 63 giorni il mio cuore si è però pian piano sgretolato, e tra una notizia di morte e una di delirio non sempre sono riuscita a guardarmi allo specchio dicendomi “Passerà anche questa”.

Le mancanze si sono fatte sempre più grandi, abissali. La paura in certi momenti è stata la mia migliore amica, tremavo all’idea di non sapere quando avrei di nuovo potuto gioire delle piccole cose al fianco di chi amo.

Il divano e le sedie sono diventati fedeli compagni, ho contato esattamente quanti passi ci vogliono per calpestare tutta l’area della mia casa, ho cantato a squarciagola sotto la doccia per coprire il rumore del silenzio, sono andata in posti meravigliosi con la fantasia pur restando ferma.

Mia nonna durante il periodo del liceo mi diceva sempre che chi ha studiato, chi ha cultura, chi ha immaginazione, può anche essere rinchiuso in una stanza, ma la sua mente non si fermerà mai.

E così è stato per me: la mia testa ha fatto viaggi immensi ma ad un certo punto dei 63 giorni sono iniziati a finire sempre nei ricordi.

Il giorno in cui mio fratello è entrato nella mia vita, il primo intimo che ho comprato insieme a mia madre, la prima partita allo stadio con mio padre, il viaggio a Parigi con i miei nonni, la prima volta che ho vinto a burraco contro mia nonna. E la malinconia è stata inevitabile.

Mi sono sentita come un granello di sabbia in mezzo al deserto senza sapere quando e se avrei mai raggiunto l’acqua. La mia oasi felice sono i miei genitori, la mia famiglia, il mio ragazzo.

Voglio continuare a lottare rispettando le regole, ma con le persone che amo al mio fianco perché senza non mi basteranno più fredde videochiamate per farcela.

Oggi tornerò a casa, dove ho il mio cuore e i miei affetti più sinceri. Non sono una portatrice di virus: sono solo una ragazza che vuole andare a dormire la sera senza più paura e senza più ansia. Ho fatto il mio dovere per 63 giorni e continuerò a farlo, ma con il bacio della buonanotte di mia madre la sera e la carezza del buongiorno di mio padre la mattina.

Paola Pulcino

Ph Salvatore Laporta / Kontrolab

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 11 Maggio 2020 e modificato l'ultima volta il 11 Maggio 2020

Articoli correlati

Attualità | 6 Luglio 2020

PORTO DI NAPOLI

Il cantiere della nuova stazione marittima del Beverello tra caos e riqualifica urbana

Attualità | 3 Luglio 2020

LA POLEMICA

Palazzo Alto di Napoli Centrale: nessun vincolo dalla Soprintendenza

Attualità | 26 Giugno 2020

LA RIVOLTA BULGARA

La verità sugli “schiavi” di Mondragone, dove la zona rossa è l’ultimo dei problemi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi