sabato 22 febbraio 2020
Logo Identità Insorgenti

L’ANNUNCIO

Ritorna il tram a Napoli: venerdì riattivata la linea 1

Infrastrutture e trasporti | 28 Gennaio 2020

Habemus tram. Possiamo finalmente annunciarlo con certezza: dopo anni di attese e di speranze venerdì 31 gennaio verrà riattivato il tram sulla tratta Poggioreale/Piazza Municipio. L’annuncio via Social giunge nel cuore della notte, durante le ultime prove di collaudo della linea tranviaria che collega la periferia est al centro della città, avvenute sotto la supervisione dei tecnici dell’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi (Ustif), organo periferico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che hanno il compito di vigilanza sulla sicurezza di esercizio dei trasporti a impianti fissi in concessione.

I tram e i cantieri della città

Via Nuova Poggioreale – con i lavori per la realizzazione della fermata della Linea 1 della metropolitana – via Marina, la stessa piazza Municipio e, precedentemente, piazza Nazionale, sono le aree soggette in questi anni a grandi (e complessi) interventi di riqualificazione urbana che – inevitabilmente – spedirono dritto in soffitta i tram della città partenopea. Il cantiere della stazione Poggioreale, ad esempio, svetta da alcuni anni nell’emiciclo dinanzi all’ingresso del cimitero di Napoli, intralciando, difatti, i binari che conducono a est verso via Stadera, sede dello storico capolinea della linea traviaria numero 1. Un problema non da poco se si considera che la consegna della stazione, se non ci sono ulteriori intoppi, è prevista da cronoprogramma per il 2023. Per accellerare i tempi i tecnici del Comune decisero dunque di limitare il tram a via Nuova Poggioreale, realizzando un capolinea provvisorio proprio a ridosso dell’emiciclo occupato dal cantiere della metropolitana.

Tutt’altra storia invece per il tram numero 4, che da San Giovanni, attraversando la tanto chiacchierata via Marina, dovrebbe raggiungere piazza Municipio. Il robante annuncio della sua riattivazione, prevista entro Natale, fu confermato a novembre dai vertici di Anm durante la commissione trasporti del Comune di Napoli ma i noti problemi che riguardano i lavori di via Marina ne hanno impedito i collaudi finali e a oggi non si conoscono date certe della sua riattivazione.

La flotta

Negli ultimi due anni e mezzo gli operai di Anm sono stati impegnati nel ripristino di ben 15 tram storici (i famosi Ctk arancioni) che saranno immessi in circolazione quando tutte le linee saranno finalmente attive. La flotta, una volta ripristinato l’intero servizio, sarà composta da 20 Sirio (tram di ultima generazione visti a Napoli), 15 Ctk e lo storico modello 1029 (in foto) che, però, circolerà soltanto in determinati giorni.

Lo storico tram 1029 della flotta napoletana

 

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 28 Gennaio 2020 e modificato l'ultima volta il 28 Gennaio 2020
#Tram  

Articoli correlati

Infrastrutture e trasporti | 16 Febbraio 2020

TRASPORTI

Vie del mare da Torregaveta e accordi per la viabilità: grandi notizie a Bacoli

Infrastrutture e trasporti | 31 Gennaio 2020

TRASPORTO PUBBLICO

Anm penalizzata dalla Regione: risorse da ricalcolare

Infrastrutture e trasporti | 19 Dicembre 2019

LA CLASSIFICA

Circumvesuviana: per Legambiente è la peggiore linea ferroviaria d’Italia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi