domenica 19 gennaio 2020
Logo Identità Insorgenti

L’archivio delle canzoni classiche napoletane trasloca a Milano

News | 10 Ottobre 2015

archivio_storico_ombra2La notizia è di quelle che sanno un po’ di bufala, rimbalza sui social più veloce di un proiettile raggiungendo in poco tempo milioni di lettori increduli. L’archivio storico della canzone napoletana, l’intera storia musicale partenopea, tra le più gloriose e decantate del mondo, si trasferisce nella mediateca Santa Teresa a Milano. 

Accade che oltre 40mila incisioni musicali, più di un secolo di storia, non trovano più spazio nel capoluogo campano a causa di un mancato accordo tra la RAI ed il comune di Napoli, nonostante la disponibilità sostenuta da Palazzo San Giacomo di trovare nella Casina Pompeiana della Villa Comunale la sistemazione più comoda e logica.

Sarà necessario percorrere 800 chilometri da questo momento per consultare foto, video, spartiti e molti altri preziosi reperti che hanno fatto la storia dell’intera musica mondiale: da Enrico Caruso e Sergio Bruni fino al compianto Pino Daniele. Una storia che sa di beffa, ma che, purtroppo, trova conferme che la trasformano in amara verità.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 10 Ottobre 2015 e modificato l'ultima volta il 10 Ottobre 2015

Articoli correlati

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

News | 30 Settembre 2019

LA POLEMICA

A Torino foto dei suoi studi in mostra. Il comitato no Lombroso: “Scatti razzisti”

'O Pinnolo | 23 Settembre 2019

D’Esposito Manlio: il testo di Anema e Core (1950)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi