La prima volta, nella serie dei “Lari”, Nicola Masuottolo disegnò Diego Armando Maradona come un santo a cui invocare miracoli. E oggi quel disegno,datato 2011, quasi dieci anni fa, torna profetico. In questi anni Diego è stato più volte di ispirazione all’artista flegreo, che lo ha declinato in tanti diversi modi e in tante diverse età.

Waiting for Miracle – Nicola Masuottolo 2011

Nel 2012 Diego Maradona,  l’artista flegreo noto anche per i suoi San Gennaro dal volto umano al suon di “Futtatenne”, era disegnato in gesto minaccioso, ma in realtà la sua era – per Masuottolo – una promessa.

Una promessa o una minaccia? Una promessa – Nicola Masuottolo 2012

Nel 2016 Masuottolo invece crea la serie “Youngness”, una versione di Maradona Bambino. Questo che vedete è esposto nel ristorante stellato di Marianna Vitale, Sud.

Youngness, Nicola Masuottolo, 2016

E ancora, nello stesso anno, Young Diego, che vedete qui sotto.

Young Diego, Nicola Masuottolo, 2016

Nel 2019 invece c’è un Maradona che, anche nel periodo fisico peggiore, fa magie in campo e che Masuottolo dipinge in una serie, in più pose.

Post Correlati

Ma è di questi giorni l’immagine di un Maradona “santo umano”, come Gennaro, che Masuottolo non ha ancora completato. Nella gallery il work in progress.

Il primo, anche questo, di una serie. Dove Diego appare come un santo che sorride. Come ci piace immaginarlo.

Per contatti:

fb Nicola Masuottolo.

ig Nicola Masuottolo

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 2 Dicembre 2020 e modificato l'ultima volta il 2 Dicembre 2020