martedì 21 gennaio 2020
Logo Identità Insorgenti

LE DELIBERE

Ieranto, Punta Campanella, Astroni, Vivara e Campi Flegrei: arrivano i fondi per la riqualificazione

Ambiente | 25 Novembre 2019

Il Sindaco metropolitano, Luigi de Magistris ha approvato due delibere di variazione di bilancio che permetteranno di finanziare due importanti interventi nel campo della difesa dell’ambiente. Il primo progetto prevede un finanziamento di € 802.800,00 e consisterà in lavori di riqualificazione, messa in sicurezza e potenziamento infrastrutturale delle aree protette metropolitane.

In particolare saranno interessate le Area marine protette di Punta Campanella e quella del Regno di Nettuno, l’ Area naturale Baia di Ieranto ed il Parco sommerso di Gaiola. Si interverrà anche nella Riserva naturale dell’isola di Vivara e nel Parco Naturale cratere degli Astroni oltre che nel Parco Metropolitano delle Colline di Napoli e nei Parchi Regionale del Partenio, dei Monti Lattari ed in quello dei Campi Flegrei. Le opere saranno realizzate mediante trasferimento di risorse in conto capitale agli enti pubblici che gestiscono le aree con i quali si sottoscriveranno apposite convenzioni per disciplinare i tempi e le modalità per la realizzazione delle opere.

La seconda delibera contiene invece il progetto definitivo per la realizzazione di un “Accordo quadro per l’esecuzione degli interventi di manutenzione straordinaria delle alberature lungo le strade della città metropolitana di Napoli”. In questo caso lo stanziamento è di 1.247.104,03 di euro. Si tratta del primo e organico intervento sugli alberi che costeggiano l’intero sistema stradale gestito dalla Città Metropolitana di Napoli. Più dettagliatamente si interverrà, laddove si presenta la necessità con opere di Scavi e ripristino dei marciapiede, con l’eliminazione dei ceppi presenti. Gli alberi ritenuti pericolosi saranno abbattuti mentre quelli più alti saranno potati e ne sarà ridotta la chioma;in funzione della sicurezza della viabilità . Tutti gli alberi di alto fusto saranno oggetto di una Valutazione visiva e/o strumentale della loro stabilità (VTA).

E’ prevista la fornitura e la messa a dimora di nuovi alberi. La convenzione preve anche un servizio di reperibilità H24 per 365 giorni l’anno al fine di garantire la continuità delle prestazioni di pronto intervento laddove necessarie.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 25 Novembre 2019 e modificato l'ultima volta il 25 Novembre 2019

Articoli correlati

Ambiente | 15 Gennaio 2020

L’ANALISI

Crisi rifiuti: Napoli condannata a un’emergenza continua

Ambiente | 14 Gennaio 2020

IL LAGO DEGLI ORRORI

Sequestrata una cava ricolma di rifiuti a San Felice a Cancello

Ambiente | 4 Dicembre 2019

L’EMERGENZA

Rifiuti, così Napoli rischia la crisi. Impianti di smaltimento inesistenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi