lunedì 20 settembre 2021
Logo Identità Insorgenti

Le poesie metropolitane della domenica: ‘O scarparo di Francesco Scaramuzzino

Poesie Metropolitane | 21 Febbraio 2021

Questa rubrica di Poesie Metropolitane ha lo scopo di valorizzare la poesia inedita in napoletano, ogni domenica diamo visibilità ad un autore e ad una sua poesia in vernacolo. Associati ed invia le tue poesie in napoletano a [email protected]

 

Buona lettura con le poesie di Francesco Scaramuzzino

Francesco Scaramuzzino

“Iniziai a scrivere poesie perché nulla è più vero di ciò che si scrive col cuore.
Una dedica speciale a mio padre, se i figli sono lo specchio dei genitori, grazie per essere stato il mio specchio”

 

‘O scarparo 

Ne aggio visto ‘e ggente

presuntuosa e arrogante

ca sfutteva ‘stu mestiere

comme fosse malamente.

 Ua sî proprio nu scarparo

e ssentevo continuamente

quanno io nun ce azzeccavo niente.

 Cu nu poco ‘e pelle e ddoje semmenzelle

ne aggio vestuto ‘e piere

pure ‘e piccerilli e d’ ‘e ppiccerelle

ne aggio visto ‘e ‘sti signure

‘e venì addù me p’accattà ddoje scarpetèlle

miez’ â colla e addore fetente

p’ ‘e figlie e pe ‘sta ggente

aggio fatto nu sacco ‘e scarpe,

songo nu scarparo e sso’ ccuntento.

 

Un articolo di Poesie Metropolitane pubblicato il 21 Febbraio 2021 e modificato l'ultima volta il 21 Febbraio 2021

Articoli correlati

Poesie Metropolitane | 30 Maggio 2021

‘A Puisia della domenica: ‘A dignità, di Assunta Sperino

Poesie Metropolitane | 23 Maggio 2021

‘A Puisia napoletana della domenica: Te cunuscevo già di Carmine Orofino

Poesie Metropolitane | 16 Maggio 2021

‘A Puisia della domenica: “Ma che tt’aspiétte?” di Rosa Mancini