giovedì 13 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

Le poesie napoletano della domenica, oggi in compagnia con L’infinito napulitano di Francesco Limite

Senza categoria | 25 Ottobre 2020

La rubrica dell’Associazione culturale no profit Poesie Metropolitane ha lo scopo di valorizzare la poesia inedita in napoletano, ogni domenica diamo visibilità ad un autore e ad una sua poesia. Invia le tue poesie in napoletano a [email protected]

 

Buona lettura, oggi in compagnia di Francesco Limite 

Francesco Limite

 

Francesco Limite, diversamente giovane, laureato  quasi inutilmente. Assistente di volo, direi per forza, per 30anni. Rimatore da moti secoli esclusivamente in vernacolo, il quale non vive questa condizione come una diminutio, e chest’è.

 

L’infinito napulitano

Sempe caro me fuje ‘stu panorama

cu ‘a luna chiena e na lampara a mmare.

Vulesse addeventà nu marenare

pe te purtà cu mme a vvarchiare.

Ma tu lu ssaje ca nun saccio natare

e ssi affugasse, fernesse ‘e poetare.

Pirciò fernimmo chistu suonno de sunnare

e gghiammuncenne a ppere a Mmarechiaro.

Cu nu tarallo nfuso d’acqua ‘e mare,

na birretella, fredda, ‘a surzeiare,

te voglio dichiarà tutto ll’ammore

ca tengo annascunnuto dint’ ô core.

T’ ‘o vvoglio fa’ cu vvierze scritte apposta,

speranno ca nisciuno me s’accosta:

chillo ca venne ‘e rrose spampanate

opprure ‘e cazettielle pure a rrate.

Ma so’ Leopardi, pueta sfurtunato,

e ‘o marrucchino, ahimè, s’è appresentato.

Nun nc’aggio visto cchiù, me so’ aizato

e in rima, a ffa’ nculo, âggio mannato!

 

Francesco Limite

Un articolo di Poesie Metropolitane pubblicato il 25 Ottobre 2020 e modificato l'ultima volta il 25 Ottobre 2020

Articoli correlati

Poesie Metropolitane | 9 Maggio 2021

‘A Puisia della domenica: Pasquale Foresta ” ‘A bbucia e ‘a verità”

Poesie Metropolitane | 2 Maggio 2021

‘A Puisia della domenica, ‘E Puete (I Poeti) di Antonio Farina

Poesie Metropolitane | 25 Aprile 2021

‘A Puisia napulitana della domenica: Sguarde d’Ammore di Elio Messina