fbpx
domenica 12 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Le Vele saranno abbattute

News | 29 Giugno 2017

 

Le Vele di Scampia saranno abbattute, chi lo ha deciso è stato un bando, il quale la scorsa settimana è stato assegnato per capire come abbattere queste navi da guerra e, fatte le dovute progettazioni, delle strutture capitanate negli anni scorsi dai “pirati moderni” (capi clan) ne resterà solo il ricordo. Soltanto una Vela resterà lì, in memoria dello scempio sociale.

Venute al mondo nel 1975 per navigare un oceano, quello dell’area nord di Napoli, dove all’epoca l’architetto Francesco Di Salvo diede vita alle sue idee per lo sviluppo della zona periferica della città. Arriva il punto di “svolta“: il terremoto dell’Irpinia, il quale distrusse molte case nel napoletano. Furono in centinaia le persone ad essere “ospitate” in questi moderni e, almeno all’inizio, confortevoli alloggi.

Negli anni 90, nel “mare” abbandonato dalle istituzioni, nei corpi di fabbrica venivano alla luce nuovi “Skippers”, i quali si resero conto qual’era la merce da imbarcare: la droga. In pochi anni, quel posto diventò il “porto narcotrafficante” più importante d’Europa.

In migliaia venivano a comprare a basso prezzo la “roba” migliore del continente. Diventati famosi, questi pirati, hanno dato ispirazione a film, serie tv e libri. Oggi, nel 2017, i capitani di quelle navi sono rinchiusi nelle celle delle prigioni italiane, alcuni sono deceduti, altri scappati in altri mari.

Il porto, si sa, è famoso per essere il transito di essere umani. Infatti erano e sono in tanti gli uomini, le donne e i bambini che vivono ancora lì, in quel disastro sociale dove, in uno stato di abbandono, le famiglie tentano di sopravvivere.

Presto, con un buona politica e una reale presa di coscienza delle istituzioni, l’ultimo popolo delle Vele troverà posto in un luogo più sicuro, e si trasferiranno nelle case nuove, di via Gobetti e via Labriola, pronto per una nuova storia, si spera, migliore di quella appena raccontata..

 

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 29 Giugno 2017 e modificato l'ultima volta il 29 Giugno 2017

Articoli correlati

Cultura | 25 Giugno 2020

L’EVENTO

Concerto di Muti tra i Templi di Paestum: le vie dell’amicizia per la Siria

Attualità | 21 Maggio 2020

FATE PRESTO

L’Officina delle Culture ancora in bilico: le risposte di Comune e Asia

Campania | 20 Maggio 2020

L’ORDINANZA

Campania: riaprono i ristoranti, locali della movida chiudono alle 23

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi