martedì 19 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

LETTERA AL CALCIATORE

Caro Valon ci spiace che un leone come te abbia ceduto allo sputtanapoli

Sport | 12 Febbraio 2014

Valon Behrami

E pensare che ci eri tanto simpatico, caro Valon.

Simpatico per quella tua aria un po’ così, per il tuo fare semplice, per i tuoi modi gentili , per quella tua zazzera dal colore improponibile ma soprattutto perché in campo con quella maglia azzurra addosso, davi sempre l’anima.

Un lottatore, un leone mai domo…questo eri per il popolo napoletano.

Encomiabile anche la tua pacata reazione alla rapina del rolex , per la quale ti toccò pure testimoniare in tribunale. Tutt’altra cosa insomma, rispetto ad una certa Yanina che non perse invece due minuti, difronte allo stesso fatto, per twittare ciò che tutti noi napoletani ben ricordiamo!

Peccato però che ieri tu ci abbia un po’ delusi: ti hanno rubato la smart (presa a noleggio) e lì anche tu hai ceduto a questa brutta e dilagante abitudine di scrivere “a caldo ” – forse troppo – che ti
saresti ” rotto il…”.

Certo, prima l’orologio e poi l’auto…non c’è da essere allegri. Ma forse, da chi non ha certo problemi per ricomprarsi né l’uno e né l’altra, ci si aspetterebbe un messaggio diverso, soprattutto perché in tanti leggono in quello sbottare violento una “sottile” e consueta accusa a Napoli. Come voler dire in sostanza : solo qui ti possono rubare prima l’orologio e poi anche l’auto…! Ma poverino! Pensate come sarà stato male per l’accaduto che il primo pensiero è stato comunicare il suo disagio via Twitter!

Ma basta, per favore! Possibile mai che si lamenti , e in quel modo poi, uno come lui? Ricco, giovane, fortunato perché ha potuto fare nella vita il lavoro che sognava e che sognano milioni di ragazzi, uno che vivrà senza dubbi in un super appartamento a Posillipo e che generalmente andrà a far shopping “pesante” tre volte alla settimana? Uno che pure conosce certe realtà di miseria e degrado essendo albanese e non svedese, uno che tra pochi anni potrà smettere di ” lavorare” e scegliere tranquillamente di andare a vivere a Montecarlo? Uno che in garage ne avrà almeno altre due o tre di auto – e che auto! – a disposizione…per non parlare di quanti orologi?

È vero, questa non è e non sarà mai la sua città, né bacerà mai quella maglia che noi tanto amiamo perché,
come egli stesso ammise, solo un napoletano può farlo. Però, caro Valon, fermarsi un attimo a riflettere prima di sparare a zero così non sarebbe male, soprattutto perché è ovvio che questi messaggi abbiano poi un’eco mediatica di rilevanza nazionale.

Voi calciatori godete di tanti privilegi, non capisco perché poi ogni tanto protestate perché vi viene impedito di essere e fare cose da persone “normali” ! Una persona normale ieri si che avrebbe avuto un problema serio di fronte al furto dell’auto…forse nemmeno avrebbe potuto più ricomprarla, visti i tempi.

Forse non avrebbe saputo come andare a lavoro o a prendere i figli a scuola. Se poi, come dicono alcuni, dietro il furto ci sarebbe la mano della malavita che ti perseguita per la tua testimonianza in tribunale, beh allora che dire : invece di cadere nel solito luogo comune del ” succede solo a Napoli” potresti spiegare la questione alla società calcio Napoli, chiedendo di essere ceduto: avresti la nostra solidarietà.

Ma per fortuna la Smart è stata pure già ritrovata così stasera non rischierai di far tardi al San Paolo, e speriamo in campo tu possa riscattarti da questa piccola macchia che guasta la tua immagine simpatica e positiva. Anzi, ne siamo certi.

Floriana Tortora

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 12 Febbraio 2014 e modificato l'ultima volta il 26 Settembre 2014

Articoli correlati

Campania | 17 Novembre 2019

La rubrica dell’associazione Poesie Metropolitane: le poesie della domenica su Totò e su Ferragosto

Campania | 26 Giugno 2019

FOOTBALL AMERICANO

I Briganti Napoli sono i campioni del Sud: è Nine Bowl!

Campania | 18 Giugno 2019

FOOTBALL AMERICANO

I Briganti Napoli respingono l’arrembaggio e battono i Pirates Savona: è finale!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi