lunedì 21 ottobre 2019
Logo Identità Insorgenti

L’EVENTO

Giornata della guida turistica, presentato il programma di visite guidate gratuite

Turismo | 14 Febbraio 2019

Presentato nella splendido scenario della sala Agata del Museo Civico Gaetano Filangieri di Napoli il programma dell’edizione 2019 della Giornata internazionale della Guida Turistica in Campania.
47 visite guidate gratuite distribuite in tre giorni, giovedì 21 febbraio e il weekend di sabato 23 e domenica 24 febbraio.

Le Giornata della Guida turistica per l’AGOP

L’edizione 2019 si associa ad una buona causa, una raccolta fondi per AGOP, l’Associazione Genitori Oncologia Pediatrica nata nel 1985 e attiva presso l’UOSD Ematologia e Oncologia Pediatrica dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. I partecipanti ai vari itinerari gratuiti potranno liberamente scegliere di donare e sostenere AGOP e con loro bambini e famiglie colpiti dal cancro. Un sostegno concreto che andrà a coprire spese per psicologi, scuola organizzata per i bimbi in ospedale, supporto alle famiglie a 360 gradi.
Quest’anno, quindi, al centro della Giornata internazionale della Guida turistica c’è sì la figura professionale delle guida legata al suo territorio di competenza specifica ma anche la cultura solidale, quella che diffonde il patrimonio culturale ma sa anche usare le proprie competenze e metterle a disposizione per un crowdfunding da devolvere a chi soffre.

Gli itinerari gratuiti in Campania

Napoli protagonista assoluta di innumerevoli tour: dalla Sanità al Museo Filangieri, a Palazzo Zevallos, che in occasione della Giornata rinuncia al biglietto d’ingresso per i partecipanti alla visita gratuita, fino a Palazzo Reale raccontato attraverso gli “inciuci” a corte. Da Pizzofalcone e le rampe Young, al quartiere di Chiaia, dal Vomero con lo stile Liberty alla colorata Pignasecca dove si possono scoprire gioielli nascosti presso l’Arciconfraternita dei Pellegrini. “San Gennaro pensaci Tu!” è il titolo di un itinerario dedicato al Santo Patrono di Napoli ma altri itinerari esplorano luoghi legati alla storia dei napoletani come la Chiesa dell’Annunziata e la Ruota degli Esposti, o luoghi simbolo come il Museo Nazionale di Capodimonte o la Certosa di San Martino (Paradiso in Terra). E poi ancora la splendida Chiesa di San Giovanni a Carbonara e la Napoli Reale, il Cartastorie dell’Archivio Storico del Banco di Napoli e un percorso dedicato alla Street Art napoletana. Ci si potrà tuffare nel set cinematografico de “L’Oro di Napoli” ma anche far vivere ai bambini la nostra arte grazie a dei percorsi tagliati su misura per conoscere la Cappella Sansevero, il Pio Monte della Misericordia e, grazie a una caccia al tesoro, il Museo Civico Gaetano Filangieri. I neo genitori muniti di bebé in marsupio o in fascia potranno usufruire, invece, dell’itinerario “Babywearing Tour – Passiamm pè Tuled”. Sempre a Napoli due visite sono dedicate una alla comunità russa – ucraina – bielorussa e l’altra proprio ai piccoli pazienti oncologici che visiteranno sabato i sotterranei del Maschio Angioino.
Poco fuori Napoli, nella zona ovest, un Grand Tour di tre giorni ci porterà alla scoperta dei Campi Flegrei, a cui si aggiunge la Piscina Mirabilis raccontata con “ritmi ancestrali”. Presente anche Ischia con il Museo di Pithecusae mentre ai piedi del Vesuvio si potranno visitare Villa San Marco a Castellammare di Stabia e la cosiddetta villa di Poppea a Oplonti (Torre Annunziata). Nel casertano menzione speciale per la visita al Museo provinciale campano, gioiello ai più sconosciuto a rischio chiusura, il cui neo direttore Mario Cesarano ha presenziato alla conferenza stampa convinto sostenitore del ruolo delle guide turistiche e della loro professionalità per promuovere e raccontare l’arte e l’archeologia. Anche la città di Maddaloni con il suo centro storico e il museo dell’antica Calatia rientra nei tour gratuiti di questa edizione della Giornata della Guida Turistica 2019.
A Salerno si potrà scegliere se visitare la cattedrale e il museo diocesano o spostarsi in provincia per raggiungere Paestum con la visita al Santuario Meridionale o visitare Pontecagnano e gli Etruschi di frontiera, dove in occasione della Giornata si aprirà al pubblico partecipante la famosa tomba della donna con l’ombrellino.
“Siamo giunti alla trentesima edizione della giornata della guida turistica. Una festa ideata per raccontare il senso, la professionalità e l’importanza del ruolo di chi fa da mediazione tra la bellezza di un territorio, la sua cultura e i suoi visitatori. Istituita dalla World Federation of Tourist Guide Associations viene promossa in Italia da ANGT (Associazione Nazionale Guide Turistiche) che delega poi le associazioni del territorio, ad essa collegate, a progettare la programmazione. Anche quest’anno le guide abilitate e specializzate nel territorio campano si sono superate per inventiva e passione, sorprendendoci ancora, nonostante siano passate tante edizioni, con itinerari esclusivi in aree e siti quasi completamente inesplorati dal punto di vista turistico” – commenta emozionato il Presidente dell’Associazione Guide Turistiche Campania, Pietro Melziade.

Per il programma completo delle visite guidate gratuite si può digitare il link www.guideturistichecampane.it/giornata-internazionale-della-guida-turistica
O riferirsi alla pagina Facebook Giornata della Guida Turistica in Campania o anche al profilo Instagram Giornata della Guida in Campania.
Gli itinerari sono completamente gratuiti ma lì dove è previsto un biglietto d’ingresso, quest’ultimo è a carico dei partecipanti, tranne a Palazzo Zevallos che esonera coloro che faranno parte delle visite gratuite per la Giornata internazionale della Guida Turistica.

Susy Martire

Un articolo di Susy Martire pubblicato il 14 Febbraio 2019 e modificato l'ultima volta il 14 Febbraio 2019

Articoli correlati

Beni Culturali | 18 Settembre 2019

BUONE NOTIZIE

Carminiello ai Mannesi, recupero e valorizzazione turistica dopo il degrado

Turismo | 22 Luglio 2019

GRANDE SUD

Bovino (Fg): la bellezza di un borgo sui monti Dauni

Beni Culturali | 6 Aprile 2019

ATLANTE DEI LUOGHI DIMENTICATI

Pozzuoli, Un “gran tour” fra le necropoli abbandonate

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi