domenica 23 febbraio 2020
Logo Identità Insorgenti

L’EVENTO

Miniera e Casa Cometa celebrano Furtunato il tarallaro ai Quartieri Spagnoli

Identità | 23 Gennaio 2020

Da qualche tempo Salvatore Iodice, con Fabio De Rienzo, sta recuperando attraverso degli splendidi e poco invasivi murales di carta, alcuni storici personaggi che hanno animato le strade dei Quartieri Spagnoli e degli altri quartieri popolari della città.

Miniera, la falegnameria “recuperata” da Salvatore, in vico Tre Regine, è una meraviglia… una fucina di idee, di “recupero” di materiali di scarto, di lavorazioni artigianali che coinvolgono i ragazzi dei vicoli. Stavolta però Salvatore e Fabio hanno deciso di convocare i napoletani per celebrare più che una figura (i precedenti murales sono stati dedicati alla “Mammazezzella” e alla “Capera”) realmente esistita, Furtunato, lo storico e compianto tarallaro che andava in giro con il suo carretto a vendere taralli, cantato anche da Pino Daniele e immortalato da Luciano De Crescenzo ne “La Napoli di Bellavista”.

L’appuntamento è il 25 gennaio, sabato mattina e l’evento è messo in piedi con la collaborazione di Casa Cometa, della bravissima Terry Di Renzo, artista eccezionale e pluri-copiata: insieme renderanno omaggio alla figura napoletana storica di Fortunato, l’uomo che, dai tempi del dopoguerra, girava per queste stresse strade vendendo e distribuendo taralli caldi fino a diventare leggenda (e anche un “fortunato” libro firmato Massimo Andrei).

Come sempre Salvatore e Fabio non si sono risparmiati: sono settimane che lavorano alla riproduzione su carta di Furtunato, con l’obiettivo di far rivivere la storia degli antichi mestieri e delle figure storiche napoletane attraverso delle opere di street-art.

“Miniera riporterà Fortunato ai Quartieri Spagnoli, lo farà rivivere attraverso il ricordo, rappresentato da un’opera di poster-art, che verrà affissa su di un muro adiacente ad un basso, raffigurante lo storico tarallaro” raccontano.

Sarà una giornata splendida, di festa, alla presenza dei discendenti di Fortunato Bisaccia: i due figli ed un nipote.

La mattinata sarà allietata dalle letture di Nico Musella e dalla musica di Mariano Lieto, che interpreterà “Fortunato” di Pino Daniele, e della band E Sona Ancor – Tributo Pino Daniele che ci delizierà con dei brani del’album “Terra mia” di Pino Daniele.  E naturalmente noi ci saremo per raccontarvela dal vivo.

Non potevano mancare i taralli, ovviamente, offerti dalla Taralleria Napoletana, così come la birra, sempre made in Naples, offerta da Birra KBirr.

Non mancate!

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 23 Gennaio 2020 e modificato l'ultima volta il 23 Gennaio 2020

Articoli correlati

Identità | 20 Febbraio 2020

VERSO LA SVOLTA

Museo Totò: Franceschini incontrerà la De Curtis per realizzarlo

Identità | 3 Febbraio 2020

IL RACCONTO

Matilde Serao e la leggenda di Donna Albina, Donna Regina e Donna Romita

Identità | 25 Gennaio 2020

LA FESTA

Furtunato il tarallaro: il murale ai Quartieri Spagnoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi