martedì 25 giugno 2019
Logo Identità Insorgenti

Liberateci

News | 11 Gennaio 2019

Ci abbiamo messo un po’ di tempo – sicuramente più del necessario – per scrivere la nostra opinione sul titolo di Libero. Sì, è vero, rischiamo di fare il loro gioco, di diventare – con lo sdegno che noi e molti altri gli dedicano – la loro unica fonte di sostentamento, oltre, naturalmente, ai fondi pubblici (e quindi anche dei meridionali) di cui beneficia Feltri e la sua commovente redazione. Fatichiamo a credere che persino il leghista medio, quello con le corna in testa e le guancie rubiconde, possa anche solo pensare di acquistare con i propri soldi quella che è ormai diffusamente considerata la parodia di una macchietta.

Ci abbiamo pensato a lungo – dicevamo -, e concordiamo certamente con chi ritiene che l’indifferenza, la stessa nella quale brancola ormai da anni Libero, sia lo strumento più efficace per sbarazzarsi del superfluo, e però, per la posizione che occupiamo nel panorama meridionalista, abbiamo l’obbligo di non soprassedere di fronte a questa ennesima sconsiderata provocazione. Bisognerebbe forse ricordare a chi tende a sminuire l’accaduto che il termine Terrone, soprattutto nell’uso che intende farne Libero, non è sinonimo di “merdionale” ma un sostantivo dispregiativo e discriminatorio, l’ennesima violenza verbale e razzista ai danni di milioni di cittadini, i quali, peraltro, in Italia non hanno mai “comandato” su niente. Parole e toni che non possiamo accettare, che il Sud non può accettare senza battere ciglio. Un titolo che ha suscitato l’ira e lo sdegno di politici e di giornalisti, oltre che degli stessi follower di Libero, che hanno inondato di improperi e di commenti negativi i social del giornale leghista. Registriamo, con non poca sorpresa, che sull’argomento si è esposto finache l’ordine dei giornalisti, inviando una segnalazione disciplinare per il titolo del quotidiano diretto da Feltri. Una presa di posizione forte e attesa da tempo che accogliamo con piacere.

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 11 Gennaio 2019 e modificato l'ultima volta il 11 Gennaio 2019

Articoli correlati

News | 17 Maggio 2019

Parco della Marinella, entro l’anno i lavori di riqualificazione

News | 16 Maggio 2019

VIDEO | Accorinti, già sindaco di Messina: “Salvini? Un nazi-fascista”.

News | 16 Maggio 2019

“We are Napoli”: nasce il city brand della città partenopea

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi