venerdì 26 febbraio 2021
Logo Identità Insorgenti

L’INAUGURAZIONE

Napoli, piazza Garibaldi: un albero di 14 metri per la porta d’accesso della città

Attualità | 16 Dicembre 2020

Non arrendiamoci al virus, non spegniamo la luce sulla nostra città, continuiamo a combattere: questo il messaggio che porta con sé – nell’annus horribilis della nostra recente storia – l’albero di Natale di 14 metri d’altezza acceso mercoledì 16 dicembre nella centrale Piazza Garibaldi a Napoli, porta d’accesso alla città per chi arriva in treno.

Una metafora di rinascita

L’operazione è stata fortemente voluta dalla IV Municipalità di Napoli guidata dal presidente Giampiero Perrella. “Il nostro – spiega Perrella – vuole essere un messaggio in controtendenza. L’albero che abbiamo fortemente voluto come Municipalità è un messaggio di speranza che vogliamo dare non solo al nostro quartiere ma all’intera città. Piazza Garibaldi è una delle piazze più importanti di Napoli, oltre a essere la più estesa: era impensabile che restasse priva di un qualsiasi addobbo natalizio”.

“Sarà un Natale diverso – sottolinea Perrella – ma non per questo dobbiamo rinunciare alla tradizione e alla possibilità di far vivere alle nostre famiglie e ai nostri bambini l’atmosfera natalizia in un anno già di per sé difficile e disgraziato. L’Albero vuole essere però anche una metafora di rinascita per una piazza, Piazza Garibaldi, che sta tentando di rinascere dopo anni di degrado”.

Un albero anche per il quartiere Poggioreale

L’albero di Piazza Garibaldi vuole anche essere, nelle intenzioni della Giunta municipale, una sorta di “risposta” a quello di Piazza del Plebiscito, trasmettendo l’idea che la città intende rispondere al virus nella sua interezza. A installarlo sarà la Italstage, già ideatrice di NAlbero che qualche Natale fa fece parlare di sé sul Lungomare di Napoli, che ha risposto all’avviso pubblico di sponsorizzazione promosso dalla IV Municipalità. Oltre all’albero di Piazza Garibaldi la IV Municipalità informa che ne verrà installato un altro a Poggioreale, all’angolo tra via De Roberto e via Traccia, nel cuore di Napoli est, un luogo già al centro di progetti di riqualificazione urbana. “Un’altra area abbandonata da anni – spiega Perrella – ma che in sinergia coi privati stiamo cercando di far rinascere”.

“Per noi – aggiunge Regina Claudia Chiodi, assessore alla Cultura della IV Municipalità che ha seguito personalmente l’iter per l’installazione – è un momento di grande gioia non solo per il messaggio insito di auguri e speranza, ma anche per gli sforzi e il lavoro fatti da novembre ad oggi. Immaginare di celebrare il Natale in un mondo così diverso da quello dello scorso anno era già di per sé un’impresa. Il mio ringraziamento va agli imprenditori e ai cittadini che hanno contribuito, ognuno nelle sue difficoltà, alla riuscita di questo momento”.

Ph Lucilla Parlato 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 16 Dicembre 2020 e modificato l'ultima volta il 17 Dicembre 2020

Articoli correlati

Attualità | 25 Febbraio 2021

Fontana del Nettuno imbrattata: intervengono gli Angeli del Bello – Napoli

Attualità | 22 Febbraio 2021

Piazza Municipio: nuovo dispositivo del traffico per i lavori della Linea 1

Attualità | 22 Febbraio 2021

Lungomare flagellato, al via i lavori per il ripristino di via Partenope