sabato 24 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

LINGUA NOSTRA

Quanti napoletani nel napoletano? Un sito li ha mappati tutti

DueSicilieOggi, Lingua Napoletana | 27 Ottobre 2015

lingue mappa campania

C’è un sito che si chiama Sb Language Maps: si occupa della distribuzione geografica delle lingue.

Senza fare però distinzioni chiare tra lingue e dialetti, il sito mostra una mappa della Campania molto interessante dalla quale si evince che la lingua parlata napoletana, quella pura, si parla solo a Napoli e nell’area immediatamente limitrofa. Se però ci si sposta di pochi chilometri la lingua cambia e ne vengono fuori le infinite e altrettanto affascinanti varianti: ad esempio molto diffuso è il torrese, simile come cadenze e parole, al puteolano, molto più stretto e cadenzato (e viene in mente “Incantesimo napoletano” dove l’unica parte sottotitolata era proprio la parte parlata in torrese).

C’è da dire che, proprio in merito al torrese, secondo il professore Nicola De Blasi, che cura il progetto del dizionario storico del napoletano, “da un punto di vista linguistico e dialettologico non c’è dubbio che il torrese sia diverso dal napoletano: dialetti tra loro vicini conservano infatti la propria individualità, anche se per motivi storici possono entrare in contatto e influenzarsi a vicenda”. Ma per il professore ogni lingua ha una sua identità  ed è, secondo lui, un errore di prospettiva l’idea che l’uno derivi dall’altro.

La mappa, ad ogni modo, parla di tantissime altre derivazioni del napoletano e ovviamente tutte sui vecchi confini del Regno delle due Sicilie. Ad esempio il mondragonese sessano a Nord di Napoli, il benvenetano a Nordest, l’Irpino a Est e il cilentano a Sud. La cui radice è unica, ed è la lingua napoletana. La mappa è comunque molto interessante anche per quanto attiene il resto del Sud, con tantissime varianti linguistiche in Calabria e Puglia.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 27 Ottobre 2015 e modificato l'ultima volta il 27 Ottobre 2015

Articoli correlati

Arte e artigianato | 29 Gennaio 2019

TRADIZIONI IDENTITARIE

Festa di Sant’Agata di Catania: la terza per importanza nel mondo

Attualità | 31 Dicembre 2018

FESTE E AMAREZZE

Da Matera a Potenza, da Napoli a Bari: Capodanno in piazza (e problemi rinviati al 2 gennaio)

Cultura | 13 Dicembre 2018

PRIMATI PARTENOPEI

Il cornetto gelato, inventato a Napoli dal gelataio Spica che lo brevettò

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi