fbpx
venerdì 28 febbraio 2020
Logo Identità Insorgenti

L’INIZIATIVA

Ai Quartieri Spagnoli “I Napoletani”: cento grandi “sollevati” dagli alunni del Paisiello

Identità | 18 Dicembre 2019

Un’iniziativa bellissima. La squadra degli Scugnizzi dei Quartieri Spagnoli, che vi abbiamo raccontato nei mesi scorsi per il lavoro che hanno realizzato con writers e artisti, vico Totò, a pochi passi da quel vicolo, oggi ha  invaso piazzetta Montecalvario con decine di sagome in bianco e nero, “I Napoletani”, di 100 “grandi” di Napoli o che hanno portato alto il nome di Napoli nel mondo.

Qui l’associazione degli Scugnizzi dei Quartieri è stata stamattina raggiunta dagli alunni della scuola, IC D’Aosta-Scura, classi 2C e 3C, e della classe 5c della primaria Paisiello. Gli studenti erano accompagnati dal dirigente scolastico Eugenio Tipaldi, dai docenti Francesca Avolio e Michele Quercia e dalle maestre Margherita De Cristoforo e Elvira Cervelli.

Ognuno dei bambini, arrivato in piazza, quindi, ha “adottato” per qualche minuto una sagoma e l’ha sollevata: un gesto simbolico per imparare a conoscere la nostra storia, la nostra identità e per ricordare che il nome di Napoli deve essere portato alto e con orgoglio anche in nome dei “cento napoletani” scelti, molti dei quali viventi (da Riccardo Muti a James Senese, da Renzo Arbore a Maradona a Sophia Loren) e molti semplicemente simboli della città (il Vesuvio, San Gennaro. Ma anche Troisi, Totò, Eduardo, Pino Daniele…). Molti anche poco ricordati, Scarlatti, Cardarelli, Masaniello… e tanti altri. Sabato le sagome torneranno tutte nei quartieri, a Largo Barracche (appuntamento dalle 10 e 30) e saranno ancora di più (si aggiungeranno Bovio, Di Giacomo e altri, a cui sta lavorando Maurizio “Serigraf” autore dei cartonati, scelti anche grazie ai suggerimenti dei nostri lettori…)

Una lavagna poi è stata messa di lato a quest’aula immaginaria e a cielo aperto, grazie alla collaborazione della scuola, per aggiungere altri nomi… perché in cento nomi non si può esaurire la storia di chi ha fatto grande Napoli anche non essendo nato qui (dalla Serao a Mastroianni, che pure erano in piazza oggi).

Una festa emozionante, riuscita, grazie soprattutto ai vari gruppi che hanno attorniato gli scugnizzi, in una virtuosa sinergia. In campo, al solito, Massimiliano Mantice, con Vincenzo Carrino e Sasi Visione che hanno materialmente organizzato tutto.

La gallery della mattinata e, a seguire, i nostri live dall’evento, animato dal direttore di Identità Insorgenti Lucilla Parlato.

Foto e video Federico Hermann

 

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 18 Dicembre 2019 e modificato l'ultima volta il 18 Dicembre 2019

Articoli correlati

Identità | 20 Febbraio 2020

VERSO LA SVOLTA

Museo Totò: Franceschini incontrerà la De Curtis per realizzarlo

Identità | 3 Febbraio 2020

IL RACCONTO

Matilde Serao e la leggenda di Donna Albina, Donna Regina e Donna Romita

Identità | 25 Gennaio 2020

LA FESTA

Furtunato il tarallaro: il murale ai Quartieri Spagnoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi