giovedì 27 giugno 2019
Logo Identità Insorgenti

L’INIZIATIVA

Volontari in piazza per ripulire il mondo dalla spazzatura ma anche dai pregiudizi

Ambiente, Periferie | 28 Settembre 2018

Un’edizione partenopea di “Puliamo il mondo” dedicata alle periferie prende il via oggi con un primo appuntamento dall’importante valore simbolico. I volontari coordinati da Legambiente, infatti, a partire dalle 10, armati di sacchi e palette, ripuliranno a Ponticelli i “Giardini Ciro Colonna”, intitolati al diciannovenne vittima innocente di camorra, ucciso nel 2016 in un circolo ricreativo del suo quartiere durante un raid che aveva come obiettivo un piccolo boss locale.

L’iniziativa sarà l’occasione per ricordarlo scoprendo un monumento dedicato al giovane insieme ai suoi familiari e agli alunni e i docenti di alcune scuole del quartiere, ma anche per lanciare un messaggio contro i pregiudizi di cui troppo spesso sono vittime i residenti delle periferie che superficialmente vengono “associati” agli ambienti malavitosi, come appunto è accaduto a Ciro, che inizialmente è stato considerato vittima di un regolamento di conti interno fra camorristi, pur non essendo in alcun modo collegato a questi ultimi.

Durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione ieri a Palazzo San Giacomo, alla presenza del presidente e del direttore generale di Legambiente Campania, Maria Teresa Imparato e Francesca Ferro, del coordinatore regionale di Libera Campania, Fabio Giuliani, il vicesindaco di Napoli con delega all’ambiente, Raffaele Del Giudice, ha tenuto a sottolineare l’attenzione verso le periferie e il contrasto nei confronti dei  pregiudizi che caratterizza l’edizione di quest’anno di “Puliamo il mondo”.

“Ci teniamo molto a questo evento – ha spiegato il vicesindaco Del Giudice – durante il quale scopriremo, insieme alla sua famiglia, un monumento dedicato a Ciro Colonna. Sarà un piccolo segnale rispetto a quel pregiudizio di cui è stato vittima Ciro e grazie al quale manteniamo anche un impegno che avevamo preso con sua sorella Mary. Invito i cittadini a portare i bambini a partecipare a queste azioni di cittadinanza attiva,  durante le quali saranno rimessi a nuovo i giardinetti anche con delle piante. Sarà un abbraccio a tanti punti della città e a questa famiglia che ha dato un segnale di grande dignità. Lo faremo in quei giardini del Lotto O, che erroneamente viene chiamato Lotto Zero. Proporremo di cambiarne il nome, perché anche in questo caso incide un pregiudizio: quel luogo mi piacerebbe chiamarlo via delle Ville Romane. Non sarebbe un esercizio retorico, ma un segnale importante”
“Puliamo il mondo” è l’edizione italiana di “Clean up th World”, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. “Importato” in Italia 25 anni fa, nel 1993, da Legambiente, che ne ha assunto il ruolo di comitato organizzatore, è presente su tutto il territorio nazionale grazie al lavoro di oltre un migliaio di gruppi di “volontari dell’ambiente”, che organizzano l’iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, aziende, comitati e amministrazioni cittadine.

La campagna di Legambiente, realizzata in collaborazione con la Rai, con l’Anci e col patrocinio dei Ministeri dell’Ambiente, dell’Istruzione e di UPI e coinvolge ogni anno migliaia di volontari per ripulire dai rifiuti spazi urbani e aree verdi, spiagge, sentieri. Da sempre questa iniziativa di “pulizia straordinaria” degli spazi pubblici dai rifiuti abbandonati è anche una grande occasione di confronto e condivisione fra i partecipanti.

I volontari coordinati da Legambiente si danno appuntamento l’ultimo fine settimana di settembre con guanti, rastrelli, ramazze e sacconi per ritrovarsi in piazze, strade, parchi urbani, lungo gli argini dei fiumi o delle strade statali, negli spazi “di nessuno” delle periferie. Giovani, anziani, italiani e non, amministrazioni locali, imprese, scuole, uniti da un unico obiettivo: rendere più vivibile e più bello il territorio in cui viviamo.

A Napoli sono previsti diversi appuntamenti da oggi fino a domenica 30 settembre. Fra questi, l’iniziativa di sabato 29 settembre alle ore 10 quando ad essere ripulita sarà la Fontana della Scapigliata in Piazza Forcella, mentre il 30 settembre alle ore 11 l’appuntamento per i volontari di “Puliamo il Mondo” è nei pressi dell’ex Caserma Garibaldi, verso le scale del Moiariello.

Sabrina Cozzolino

Un articolo di Sabrina Cozzolino pubblicato il 28 Settembre 2018 e modificato l'ultima volta il 28 Settembre 2018

Articoli correlati

Ambiente | 24 Giugno 2019

REGI LAGNI

Acque inquinate in Campania: soldi pubblici finiti in mille rivoli

Ambiente | 13 Giugno 2019

TROPPO SMOG

Napoli, prorogato il divieto di circolazione per le auto anche venerdì e sabato

Ambiente | 11 Giugno 2019

L’APPELLO

“No ai mega parcheggi e ai nuovi svincoli della Tangenziale”: il documento di Rete Set

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi