fbpx
lunedì 30 novembre 2020
Logo Identità Insorgenti

L’INTERVISTA

Loris Avella: la poesia è arma e fiore

Cultura | 2 Marzo 2020

Loris Avella, ventisettenne nato a Napoli centro, ama l’arte a tutto tondo. Diplomatosi al liceo artistico è approdato alla scrittura di versi grazie alle figure di Alda Merini, Garcia Lorca e Ruccello. Ha partecipato, dopo il riconoscimento avuto da una sua poesia inserita in uno spettacolo teatrale, a diversi concorsi letterari. I suoi scritti si concentrano soprattutto sull’accettazione della diversità e i diritti della comunità LGBT con richiami al mito e all’attualità.

Ami l’arte in ogni sua forma, dal disegno al teatro: come sei arrivato alla poesia?

Tutto è unito da una strana magia, ho frequentato l’artistico e ho fatto il mio primo spettacolo teatrale all’età di sei anni e ricordo ancora tutte le battute a memoria. Quando ero a scuola mi bastava guardare un quadro e la testa viaggiava, immaginavo dialoghi e scene oltre quello che vedevo avanti a me. Tutto è connesso, basta solo saper guardare… e tutto si presenta.

Nei tuoi versi ci sono anche riferimenti classici, per esempio in Amore e Psiche: Parleranno di noi/ tutti gli amanti,/ di come ci siamo baciati/ e uccisi a vicenda. L’amore è, per te, questo incontrarsi per rinascere nell’altro e contemporaneamente annullarsi?

Adoro immaginare personaggi mitologici e leggendari nel caos del nostro periodo, come avrebbero vissuto i nostri tempi e con quale linguaggio avrebbero affrontato i dolori e le passioni. Amore e Psiche è la storia di un amore nascosto, di incontri notturni come facevano i due protagonisti nella storia di Apuleio. È un rinascere, un completarsi a vicenda anche se poi, con difficoltà, certe volte bisogna guardare in faccia alla realtà.

Non mancano i luoghi di Napoli, come Mezzocannone. Parleresti del legame con la tua città?

Amo viaggiare, conoscere e vedere… ma sono totalmente innamorato della mia città! Non so come spiegarlo, è un amore che viene da dentro. Quando esco di casa mi guardo intorno con occhi sognanti e scorgo sempre qualcosa di nuovo, è piena di luci e scorci diversi che ancora devono essere scoperti. Mi lascio ispirare continuamente e lei, lo so, continuerà a regalarmi nuovi versi.

Quale può essere oggi, secondo te, il ruolo della parola poetica?

La poesia, oggi, è un po’ messa da parte. Sembra superata perché noi giovani abbiamo altri elementi tra le mani, nuove situazioni ed esperienze. Tutto muta e anche i versi devono mutare. Alda Merini veniva additata perché parlava di pazzia, nel mio testo Amore e Psiche, una volta mi venne detto di cancellare la parola “fottuto” perché sarebbe stata presa più in considerazione. Ma noi oggi abbiamo un altro linguaggio, che piaccia o meno. Parlerò di diversità, dei freaks della società e delle notti in disco, e sarò me stesso, senza se e senza ma! La parola è arma, ma la poesia è arma e fiore.

Sei attivo per quanto riguarda i diritti LGBT. Come ti sembra la situazione a questo proposito, in Italia?

È una continua montagna russa, e certe volte ti fa venire male allo stomaco. La cosa che più mi fa rabbia è vedere miei coetanei guardare servizi e leggere articoli e soffrire, avere anche paura. I giornalisti e i “potenti” parlano senza pensare che, dall’altra parte, c’è una persona che ascolta e quello che sente può far male veramente, può cambiargli la giornata o distruggere un sogno. Farò sempre di tutto, nel mio piccolo, pur di aiutare chi si sente debole perché non si tratta di essere gay, si tratta di essere umani.

Domenico Carrara

Un articolo di Domenico Carrara pubblicato il 2 Marzo 2020 e modificato l'ultima volta il 2 Marzo 2020

Articoli correlati

Cultura | 25 Novembre 2020

INTERVISTE A DISTANZA

Leggi, viaggia e colora: il libro d’illustrazioni e leggende da realizzare con il crowdfunding

Cultura | 20 Novembre 2020

NOMINE

Massimo Bray nuovo assessore alla Cultura della Puglia

Cultura | 2 Novembre 2020

2 NOVEMBRE

‘A Livella in edizione speciale e limitata, riedita da Marotta e Cafiero

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi